Archive for the ‘Fiere Festival Presentazioni’ Category

:: 29° China National Book Expo: dal 27 al 30 luglio a Xian

17 giugno 2019

China National Book Expo2

Ci siamo, la prossima settimana dal 27 al 30 luglio si terrà a Xi’an, capitale dello Shaanxi, provincia nord-occidentale della Cina,  la 29° China National Book Expo.

Circa 1000 editori provenienti sia dai quattro angoli della Cina, che appartenenti ai paesi che partecipano alla Belt and Road Initiative (da noi nota come “La Nuova Via della Seta“) si riuniranno nei cinque padiglioni di in un centro espositivo che copre circa 50.000 metri quadrati, con presentazioni e incontri collaterali nelle città di Yan’an e di Tongchuan, sempre nello Shaanxi.

Numerose le attività tra cui un interessante Forum sull’Editoria digitale, e sulla Cooperazione legata alle Belt and Road Initiative.

Sì sa la Cina è un mercato immenso e sembra che i cinesi stiano pian piano scoprendo l’amore per i libri, proprio lo Stato sta incoraggiando ed educando i bambini a prediligere la lettura dei libri come attività da svolgere nel tempo libero. Un segnale sicuramente incoraggiante e positivo, nell’ottica di quell’apertura che tanto si auspica per favorire l’incontro tra paesi e civiltà. E si sa un libro è il migliore ambasciatore che esista.

E sempre in quest’ottica di dare spazio all’editoria per l’infanzia il pezzo forte diciamo della fiera sarà una edizione bilingue, con testo cinese e inglese a fronte, della Saga di Harry Potter , saga già molto amata dai bambini cinesi che così avranno modo di comprenderne maggiormente i testi, ed esercitarsi nello studio dell’inglese.

E dal mio punto di vista molto interessante l’iniziativa della “China Social Sciences Press” che ha pubblicato una collezione di 12 volumi sullo studio del Pensiero del Presidente Xi Jinping sul Socialismo con caratteristiche cinesi, tra cui ricerche e studi redatti dai maggiori esperti, nell’ottica dice Zhao Jianying, presidente della China Social Sciences Press, di portare il discorso politico su un piano accademico per permettere lo studio e l’approfondimento di questi temi sia in Cina che all’ estero.

Tra i libri attesi anche il nuovo romanzo Baia dei sandali di paglia di Cao Wenxuan romanziere e professore dell’università di Pechino, primo cinese a vincere il premio Hans Christian Anderson e il libro, Ancient Poetry Hidden in Traditional Festivals, dello storico Zhang Xuefang.

Ma le sorprese non sono finite, tanti altri sono i libri annunciati, speriamo di vederli tradotti presto anche da noi.

La prima edizione di Vercelli fantastica a cura di Elena Romanello

15 maggio 2019

57024016_2135563863400992_2919017670244302848_nIl Salone del libro di Torino 2019 è terminato, lasciando dentro i suoi visitatori un po’ di nostalgia, ma durante l’anno sono tante le occasioni per confrontarsi con i libri e l’amore per i medesimi.
Una di queste è Vercelli fantastica, la cui prima edizione andrà di scena nella capitale italiana del riso sabato 18 e domenica 19 maggio, presso la libreria Mondadori di via Cavour 4 e il Museo Borgogna. Il festival vuole fare incontrare i lettori e le lettrici di due generi amatissimi oggi e in crescita come il fantasy e lo steampunk con autori e disegnatori, intrattenendo anche i partecipanti più giovani con giochi e attività per avvicinarli al mondo dei libri e della fantasia. Non mancherà uno spazio vendita di libri e gadget, oltre che una gara di cosplay, che inizierà sabato 18 maggio e terminerà con la premiazione del vincitore domenica 19 maggio.
Sabato 18 il grande protagonista sarà Harry Potter, mentre domenica interverranno vari autori.
Si parte sabato alle 10 e 30, con lo smistamento con il Cappello parlante nelle varie case e il club dei duellanti con  Severus Piton e Minerva McGranitt, un evento su prenotazione che costa tre euro. Nel pomeriggio alle 15 un quiz a premi su Harry Potter e alle 17 un incontro con Marina Lenti e Cliff Wright, illustratore ufficiale Harry Potter presso il Museo Borgogna, al costo di otto euro. Alle 18 e 30, premiazione della gara cosplay da parte della giuria popolare, composta da una persona del pubblico, un libraio, un giornalista, un animatore. Per tutto il giorno ci sarà un banco di illustratori, con Paola Camoriano, Mad Max e Ivan Grasso, che venderanno le loro opere per raccogliere fondi per il canile di Borgo Vercelli.
Domenica 19 maggio dalle 10 e 30 MS Edizioni presenta i suoi giochi di ruolo con tavoli di prova per provetti giocatori e La Stanza dei Sogni organizza tavoli per giocatori di ruolo e da tavolo, alle 11 ci sarà il laboratorio di disegno Crea la tua storia Disney con Alessandro Gottardo autore di Topolino, con un costo di tre euro su prenotazione, nel pomeriggio dalle 16
Dario Tonani presenta Naila di Mondo9 con Franco Ricciardello, alle 17 tavola rotonda con Maurizio Ferrero, Antonella Mecenero e Giulia Abbate, autori RiLL con i loro Ana nel campo dei morti, La spada, il cuore, lo zaffiro e La Maledizione, alle 18 Franco Ricciardiello e Giulia Abbate presentano il loro Manuale di scrittura di fantascienza edito da Odoya e alle 19 premiazione della gara di cosplay del giorno da parte della giuria di autori.

:: Liberi di Scrivere al Salone Internazionale del Libro di Torino 2019 – trentaduesima edizione

14 maggio 2019

Salone-del-libro-2019-696x464Per 5 giorni Torino è stata al centro della più importante manifestazione dedicata all’editoria in Italia, e noi di Liberi ci siamo stati. Non potevamo mancare di certo, come i tanti ragazzi arrivati con trolley e zaini al seguito da tutt’Italia: blogger, scrittori, editori, disegnatori quest’anno i giovani sono stata la vera sorpresa del Salone.
Non si può dire che le polemiche pre e post Salone non abbiano rattristato gli animi, ma parte dell’entusiasmo è sopravvissuto, e questo è parte del miracolo che ogni anno si ripete al Lingotto, con crescente numero di visitatori, spazi rinnovati e ampliati (quest’anno l’Oval ha catalizzato molto l’attenzione), e tanti volontari che hanno fatto la differenza, se tutto ha funzionato molto è merito loro.
Io più che vagare per gli stand ho lavorato in Sala stampa, e la tentazione di chiedere l’autografo ai giornalisti è stata grande, ma ho preferito non disturbare.
Che celebrità ho incrociato? vediamo: quest’anno Lagioia non l’ho visto, in compenso ho incrociato Federico Rampini con la sua immancabile camicia a righe bianca e blu, visto la Lipperini mentre faceva vivere il suo programma radio, salutato Giorgio Ballario, un signore d’altri tempi, poi posso morire felice, ho salutato anche Maurizio de Giovanni, dopo tanti anni che ci conosciamo virtualmente, e mi hanno presentato Daniela D’Angelo di Avagliano Editore con cui abbiamo discusso dei racconti di Guido Gozzano.
Poi ho intravisto Gambarotta, Molinari, e tanti adetti stampa tra cui la mitica Carlotta di Las Vegas Edizioni, Tania di Arkadia, Giulio di EO, non stupitevi se li chiamo per nome, ho scoperto che al Salone basta il nome per riconoscersi.
È stato bello dai, faticoso ma bello.
Abbiamo annunciato i 5 finalisti del Premio Biella, ma su quello farò un post a parte. Libri non ne ho comprati, nè ne ho ricevuti, ma in realtà non avevo borse per contenerli, in compenso ho comprato vari gadget tra cui magneti da frigo con il logo di questa edizione e bracciali colorati.  E finalmente ho trovato la custodia per il pass, la conserverò per l’anno prossimo con due nastrini uno giallo e uno bianco.
Il personale della sicurezza è stato impeccabile, attento e professionale ma scherzava visto che per la maggior parte erano ragazzi. È andato tutto bene, nessun incidente, qualche mugugno ma in compenso tutti sembravano stanchi ma soddisfatti.
Dall’Oval ai padiglioni c’era un punto senza passerella un po’ in salita, ho visto un ragazzo in carrozzina farla all’indietro con una certa fatica. Alcuni punti erano davvero stretti e si faceva fatica a passare. Migliorerei l’agibilità per questi ragazzi, che erano tanti quest’anno.
Poi consiglierei di mettere segnaletica guida per terra, con i vari colori per indicare le varie uscite, e i vari padiglioni, era facile perdersi nonostante la segnaletica volante.
Per quest’anno è tutto, appuntamento all’anno prossimo, e porterò più adesivi del blog, magari penne, borse e spillette, promesso.

L’edizione 2019 del Salone del libro a cura di Elena Romanello

4 maggio 2019

Salone-del-libro-2019-696x464

Ormai ci siamo: dal 9 al 13 maggio torna a Torino il Salone del libro, per la trentaduesima edizione, che si svolgerà nei padiglioni 1, 2 e 3 del Lingotto e nell’ampio spazio dell’Oval, con possibilità di entrare e verso via Nizza e verso via Trucco e la stazione Torino Lingotto. Sono annunciati all’interno nuove aree di ristoro e di relax, per visitatori, espositori e professionisti.
Sono confermati sia i grossi gruppi editoriali che le case editrici indipendenti: il padiglione 2 sarà tutto per i lettori più giovani e alle sale conferenze tradizionali si aggiungeranno quelle dell’Oval. Ormai le polemiche sono rientrate e il Salone si conferma l’appuntamento italiano per antonomasia per chiunque ami i libri e uno dei momenti più importanti per lettura e editoria a livello europeo.
La Regione ospite quest’anno è le Marche, che ospiterà gli eventi per il bicentenario dell’Infinito di Leopardi. La cultura straniera ospite sarà quella spagnola e si segnalano anche gli stand di Paesi quali Sharjah, gioiello degli Emirati Arabi, nominata dall’UNESCO Capitale Mondiale del libro 2019, sede della Sharjah International Book Fair, Cina, Cuba, Perù, Romania, Spagna, Svizzera e Stati Uniti.
Anche quest’anno si conferma la partnership tra il Salone e Lucca Comics & Games, la più importante manifestazione italiana su fumetti e cultura nerd, con un suo spazio e vari eventi, tra cui la prima conferenza stampa di presentazione. Inoltre ci sarà la consueta area per Slow Food e gli eventi di Lingua Madre, con le storie delle donne del Mediterraneo e del Sud del mondo.
Tanti i percorsi su cui verteranno gli incontri, da quelli sullo spagnolo alle anime arabe, dallo spazio fumetti a quello sui mondi dell’immaginario, dalle donne alle aree sui mestieri del libro. Vari gli ospiti, con varie conferme e nomi come quelli di Luis Sepúlveda, Giancarlo De Cataldo, Clara Sánchez, Jovanotti, Loredana Lipperini, Neri Marcoré, Valeria Parrella, Colum McCann, Camilla Läckberg, Licia Troisi, Paola e Claudio Regeni, Fabio Geda, Zerocalcare, Michela Murgia, Erri de Luca, Massimo Carlotto, Bernardo Valli, Maurizio Molinari, Roberto Saviano, Massimo Cacciari, Tatiana Bucci, Mimmo Lucano, Alberto Angela, Samantha Cristoforetti, Daria Bignardi, Alessia Gazzola, Kim Rossi Stuart, Sophie Kinsella, Mauro Corona, Rocco Siffredi, Lidia Ravera, Eleonora C. Caruso.
C’è spazio anche quest’anno per la memoria, con vari anniversari: trent’anni fa moriva Leonardo Sciascia, cent’anni fa nascevano Primo Levi e J. D. Salinger, l’autore de Il giovane Holden, venticinque anni fa ci lasciava Kurt Cobain. Inoltre la 001 edizioni omaggerà Héctor Osterheld, autore del fumetto di fantascienza L’eternauta, desaparecido insieme alla famiglia durante la dittatura militare argentina.
Molte case editrici festeggiano anche il loro compleanno in questo 2019: BUR compie settant’anni, Bompiani novanta, Sellerio e Newton Compton cinquanta, E/O quaranta, Lindau trenta, Fazi e Minimum Fax venticinque, Fandango Libri venti, Bao Publishing dieci.
Il Salone del libro è anche Salone Off e coinvolgerà librerie, biblioteche, musei e altri spazi in tutta Torino e nei comuni di Alpignano, Chieri, Chivasso, Giaveno, Ivrea, Moncalieri, Nichelino, Pianezza, Pinerolo, Pino Torinese, Rivalta, Rivoli, San Giorgio Canavese, San Mauro Torinese, Settimo torinese e Villarbasse.
Il Salone del libro è aperto giovedì, domenica e lunedì dalle 10 alle 20, venerdì e sabato dalle 10 alle 21, il biglietto intero costa dieci euro, con varie riduzioni.
Per ulteriori informazioni e il programma completo visitare il sito ufficiale del Salone.

L’Italcon 2019 è a Torino a cura di Elena Romanello

3 maggio 2019

WhatsApp Image 2019-04-21 at 16.43.30Dopo varie vicissitudini si è deciso per quest’anno 2019 di svolgere l’Italcon, uno dei più importanti eventi a livello europeo sul fantastico, a Torino, insieme a Mini Maker Faire e a Vaporosamente, la fiera dello steampunk, di modo da creare un evento che possa coinvolgere target diversi accomunati dall’interesse per il fantastico in letteratura e nella creatività.
Il 4 e 5 maggio, quindi, in via Egeo 18, si potrà quindi assistere a due giorni a tema fantastico, in attesa della prossima convention, che sarà invece a San Marino. Ma c’è da sperare in altri eventi in tema sotto la Mole, sempre con un taglio letterario, oltre ad alcuni appuntamenti al Salone del libro e al Salone Off.
Sabato 4 maggio, dalle 10 e 30 in poi saranno di scena Armando Corridore con Edisonade, Dan Cutali con Steampunk e multiversi a fumetti, Dogen Hepta con Chihaart – La corona viandante, Giulia Massini con a terra sul filo di seta,  Emiliano Mecati e Alessio Seganti con Karma Avverso, Odoya con le sue novità, Augusto Chiarle con  Tuonetar Alla scoperta di un mondo, Mariangela Cerrino con Tra storia e racconto, Davide del Popolo Riolo e Silvio Sosio con Übermensch, Il superuomo ariano 70 anni dopo, di nuovo Silvio Sosio con  I mondi di Jack Vance, un ricordo di Giuseppe Lippi e del suo lavoro per Urania e Dario Tonani con Naila di Mondo9 . La giornata si chiuderà alle 18 e 30 con la consegna del Premio Italia, per cui si è svolta un’apposita votazione con i soci dell’Italcon.
Domenica 5 maggio, alle 9 l’assemblea dei soci Italcon e  a seguire altri interventi, con  Maurizio Matassi e Ambra celeste, Anna Pullia con  Penny steampunk III, Annarita Guarnieri che parlerà del cult The Orville, Adriana Comaschi con  La Rajetta, Marino Solfanelli e Chiara Nejrotti con Dimensione cosmica, un dibattito sulla Sword & Sorcery in Italia, il programma delle Edizioni della Vigna e Caterina Mortillaro con il suo , Cicerone, Memorie di un gatto geneticamente modificato.
Il programma completo è nel sito Fantascienza.com.

Arriva l’edizione primaverile di Torino Comics a cura di Elena Romanello

9 aprile 2019

5DM43004

Dal 12 al 14 aprile Lingotto fiere ospita sotto la Mole Torino Comics, la kermesse subalpina dedicata al fumetto e alla cultura nerd giunta al suo primo quarto di secolo.
Saranno presenti editori, distributori, fumetterie, librerie, autoproduzioni, gadget, oggettistica anche artigianale, articoli per cosplayer, rivenditori e produttori di videogiochi e giochi da tavolo. Tra le case editrici presenti: Tunuè, BD, Magic Press, Shockdom, Cronaca di Topolinia, Dark Zone, No lands Comics, Lavieri, Star Shop distribuzione, 001, Manfont e Acheron books.
Tra le proposte presenti, Cronaca di Topolinia, vivace e longeva casa editrice di Rivoli presenta il primo special sulla strega Sortisia e il numero zero de Il buio dopo la notte, storia di un lutto firmata da Elena Mirulla e Salvatore Taormina. Nell’ambito di un progetto di alternanza scuola lavoro del Primo Liceo Artistico si parlerà di una graphic novel sulla Shoah coordinata da Pasquale Ruju, disegnatore Bonelli, La contabilità del diavolo, dal romanzo di Monica Dogliani e Andrea Ronchetti che racconta anche la vergogna della fuga di troppi criminali nazisti verso l’America latina.
Tunuè porta invece come titolo di punta Il Fiore della Strega, graphic novel ambientata nella gelida Lapponia che racconta il viaggio di un bambino per diventare uomo, scritta da Enrico Orlandi, ospite in fiera. Sabato 13 aprile Starshop avrà invece nel suo stand Paolo Eleuteri Serpieri, maestro del fumetto western e creatore  della sexy Druuna.
E’ di Torino ma è la prima volta che viene ManFont, con i suoi autori, come Manfredi Toraldo, Ciro Cangialosi, Sergio Cabella, Andrea Boscolo, Andra Tridico, Jessica Ferrero, Marco Daeron Ventura e Luca Baino. Veterana invece Magic Press con l’irresistibile Boban Pesov, Felinia e Ribosio, Daniele Taccò, Alessandro “Ganassa” Mazzetti,  Ludovica “Sc4rys” Liera, illustratrice e character design; Diego Fichera, uno dei giovani fumettisti emergenti del momento; Enzo Triolo, autore della raccolta di illustrazioni Teratoma.
DZ Edizioni in collaborazione con Amnesty International organizza un’Area performance, dove si esibiranno alcuni dei più importanti artisti del mondo del fantastico, dei videogiochi e del fumetto, confrontandosi sul tema dell’odio e su come reagire. Le opere prodotte durante i giorni di Torino Comics saranno consegnate ad Amnesty International e poi messe all’asta sul sito ww.charitystars.com.
Tornano i doppiatori, sabato e domenica alle 13, con la presenza di Sara Labidi il 13 e di Letizia Ciampa il 14, voci rispettivamente di Arya e Daenerys ne Il trono di spade, la cui ultima stagione parte proprio domenica sera. Sabato ci saranno con Sara anche il veterano Marco Guadagno, doppiatore e direttore di doppiaggio, Elena Perino, voce di Captain Marvel e Alex Polidori, noto per essere il nuovo Spiderman.  Domenica Letizia Ciampa sarà insieme a Francesco Venditti, voce di Ryan Reynolds alias Wade Wilson in Deadpool e Deadpool 2; Stefano Crescentini, voce di Mysterio, nemico di dell’Uomo Ragno, che apparirà sugli schermi di Spider-man: Far from Home, interpretato da Jake Gyllenhaal.
Le mostre vedranno protagonisti GoArtFactory, movimento artistico specializzato a portare l’arte in luoghi insoliti, e Orizzonti contemporanei. GoArt Factory presenterà sei set fotografici con pannelli alti oltre due metri sui seguenti temi: Star Wars, Gotham, Avengers, Il villaggio della foglia, il Castello delle fiabe e Game of Thrones.
Orizzonti Contemporanei torna sotto la Mole con la rassegna Art Games, rassegna con 25 artisti che racconterà strane e fantasiose connessioni. Ci saranno inoltre 30 workshop in programma e dimostrazioni di disegnatori, su argomenti che spazieranno dalla teoria della luce al ritratto fantasy, dal character design alla prospettiva, dalle tecniche per inchiostrazione, acquerello e sfumatura all’illustrazione applicata al fumetto, fino alle basi per il disegno digitale.
Sabato Torino Comics ospita inoltre per il terzo anno consecutivo la tappa italiana dell’International Cosplay League, competizione che poi si svolge a settembre a Madrid nell’ambito del Japan Weekend. La competizione italiana ha portato fortuna ai cosplayer italiani che si sono distinti nelle due passati edizioni.
Domenica invece ci sarà la sfilata competitiva, organizzata dalla Cospa Family e il premio di quest’anno è un viaggio per due persone alla bellissima London Film and Comic Con. In giuria ci saranno l’illustratrice Hannah Alexander, Eleo Cosplay e Chèr Macabre, italiane vincitrici dell’ICL 208 e Like Linda, altra trionfatrice, Dani Foca, a cui si aggiungerà domenica Luca Buzzi, cosplayer campione del mondo al World Cosplay summit in Giappone nel 2010.
Sul palco ci saranno anche sabato un concerto con Keyko Cosplay, il Karacosplay sabato e il Karaoke domenica, mentre sabato e domenica saranno anche di scena alle 10 e 30 i protagonisti della trasmissione di 7 Gold Crossover – Universo Nerd.
Tra le altre proposte l’area Lego, con installazioni in tema, le associazioni legate a film e telefilm di culto, come GhostbustersStar WarsIl signore degli anelliStar Trek Doctor Who, varie escape room su argomenti come Sherlock Holmes, Nightmare, il mondo celtico e i pirati.
Torino Comics è in partnership con Cartoons on the Bay, il Museo del cinema e lo Juventus Museum, dove sono in corso due mostre sui fumetti, Team Marathon e Zoom.
II biglietto intero costa 13 euro, il ridotto 11 euro. Per i cosplayer l’ingresso è  10 euro. Disponibili anche gli abbonamenti per due e tre giorni.
Il programma completo è nel sito ufficiale della manifestazione.

Torino che legge sotto la Mole a cura di Elena Romanello

6 aprile 2019

TCL-2019In attesa del Salone del libro, dall’8 al 15 aprile Torino è ancora capitale del libro con la manifestazione Torino che legge, che coinvolge vari luoghi, legati alla lettura e non.
La manifestazione è giunta al quinto anno ed è nata per celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore istituita dall’UNESCO: stavolta è anticipata e non avviene intorno al 23 aprile, giorno di san Giorgio, san Jordi, perché non c’è più il gemellaggio con Barcellona, a causa dei problemi della Catalogna.
Torino che legge coinvolgerà biblioteche, librerie, scuole, musei, teatri, cinema, case del quartiere, enti, associazioni e fondazioni, circoli, piazze, corsi, giardini e perfino un tram storico che gira per la città.
Gli eventi in programma sono oltre 500, per grandi e piccoli e per tutti i gusti. Tra i nomi ospiti si segnalano Giuseppe Culicchia, Gianni Farinetti, Christian Frascella, Margherita Giacobino, Margherita Oggero, Bruno Gambarotta, Carlo Greppi, Elena Loewenthal, Valeria Parrella, Alessandro Perissinotto, Enrico Pandiani.
Non sarà solo Torino ad essere coinvolta nella manifestazione: quest’anno parte infatti Piemonte che legge, realizzato in collaborazione con la Regione e che vedrà protagonista, oltre che l’area metropolitana del capoluogo sabaudo anche il territorio piemontese, con il coinvolgimento di tanti soggetti pubblici e privati.
Si parte lunedì alle 17 con l’inaugurazione della nuova sede delle Biblioteche civiche torinesi, in via Zumaglia 39, durante la quale ci sarà la premiazione dei lettori forti delle Biblioteche civiche e l’inaugurazione di BILL – la Biblioteca della legalità.
Tra i vari eventi in programma, la celebrazione del Centenario della nascita di Primo Levi, con letture e altri momenti di incontro, come la lectio magistralis alla Cavallerizza di Marco Belpoliti, la mostra Viaggio alla Luna: luna “sognata” e luna “raggiunta” alla Biblioteca civica centrale in via della Cittadella realizzata in collaborazione con il Mufant, Museo del Fantastico e della Fantascienza, da venerdì 5 a sabato 20 aprile, e  la personale di foto di Claudio Montecucco CHI LEGGE – Read. Lire. Legĕre., alla Biblioteca Archimede di Settimo torinese presso la Biblioteca Archimede.
Inoltre ci sarà spazio per tutti i progetti di gruppi di lettura dei quartieri legati alle Biblioteche civiche: La 5 che legge’, Leggere alla 4, Passaggio a Nord Ovest, Leggere a Borgo Po, LeggerMente, LIBERinbarriera e Libri in Corso.
Per tutti coloro che acquisteranno un libro nelle librerie aderenti alla manifestazione ci sarà inoltre un buono per un ingresso ridotto alla mostra Steve McCurry. Leggere, che è in corso presso la Corte medievale di Palazzo Madama.
Il programma completo è nel sito ufficiale Torino che legge.

L’edizione primaverile di Romics a cura di Elena Romanello

3 aprile 2019

romics_630x473Dal 4 al 7 aprile torna nella Capitale Romics, l’evento che per due volte all’anno, in primavera e autunno, unisce appassionati di fumetti e cultura nerd.
Denso come sempre il programma, tra eventi e ospiti, spaziando su fumetti, cosplay, cinema, narrativa di genere, giochi, per unire ormai più generazioni di appassionati, collezionisti e cultori che stanno decretando l’aumento di eventi come questi in Italia, ma anche il consolidamento di appuntamenti come appunto quello di Romics.
Nel fitto programma si distingue, fin dalla locandina, l’omaggio a Batman nel suo ottantesimo anniversario, con la presentazione del fumetto tutto italiano Gotham Crimes di Matteo dell’Otto. A Romics debutta il fantasy italiano Le leggende dell’Origen Il tecnomago di Simone Pietroletti.
Le mostre riguardano appunto Batman, Sword Art Online con l’illustratore Reki Kawahara, ospite della kermesse, Giorgio Cavazzano e il suo apporto dato alla fantascienza e fantasy e George Hull. Tra gli stand, sono presenti varie fumetterie italiane, editori come Nero Press, Feltrinelli, NPE, J-Pop, associazioni culturali, a cominciare della Scuola di Comics, e artigiani del settore.
Variegati gli ospiti, con l’attore Willem Dafoe e per restare in tema cinema e non solo con i doppiatori, protagonisti di un incontro su Game of thrones con Daniele Giuliani, Giulia Tarquini e Sara Labidi e con altre voci celebri quali quelle di Alessia Amendola, Oreste Baldini, Alessio Cigliano, Cinzia de Carolis e Laura Boccanera, due miti in particolare per gli amanti degli anime, visto che furono l’anime rispettivamente di Lady Oscar e Candy Candy.
Tra autori e illustratori si distinguono i nomi di Ryan Ottley, Sergio Algozzino, Marga Biazzi, Paolo Barbieri, Giorgio Cavazzano, Jessica Cioffi, Tito Faraci, Paolo Eleuteri Serpieri, Yoshiko Watanabe, allieva di Osamu Tezuka, e Midori Yamane. Non mancano poi scrittori, come Licia Troisi, Eleonora C. Caruso, Rob Himmel, e musicisti tra cui Cristina d’Avena, Douglas Meakin e Luigi Albertelli.
Romics è alla fiera di Roma, in Via Portuense, 1645/647, gli orari di apertura sono tutti i quattro giorni dalle 10 alle 20, la biglietteria chiude un’ora prima. Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale della manifestazione.

A Firenze è di scena il fantasy a cura di Elena Romanello

14 marzo 2019

Dal 15 al 17 marzo Firenze ospita alla Fortezza del Basso, in pieno centro storico, Firenze fantasy, versione invernale della popolarissima Festa dell’Unicorno che ogni estate ravviva il Comune di Vinci, luogo natale di Leonardo.
I locali della Fortezza del Basso, come il Teatrino lorenese, la Palazzina lorenese, i Quartieri monumentali e il Padiglione e Piazzale delle Ghiaie si popoleranno di stand in tema, spazi per giochi, cosplayer, conferenze, area di ricostruzione storica e di ambientazioni fantastiche, illustratori, per un evento che tocca vari universi del fantastico, con ospiti anche internazionali.
Tra i nomi presenti si segnalano Christopher Lambert, indimenticabile Highlander al cinema, Billie Piper, Rose Tyler in Doctor Who e interprete anche di Penny Dreadful, Isaac Hempstead-Wright, Brendon Stark in Game of thrones, il doppiatore Daniele Giuliani, voce di Jon Snow, la scrittrice Licia Troisi.
Nel programma di eventi spiccano sabato 16 marzo la parata in cosplayer e in abito storico per il centro storico di Firenze, l’area steampunk, la convention su Doctor Who, il raduno di Star Wars, l’angolo su Harry Potter, la musica con il gruppo medievale Trovadores de Romagna, l’aperitivo della Società Tolkeniana Italiana, le dimostrazioni con i tatuatori Lorenzo Bagatti, Daniele Lucchese e Fairygoth.
Il biglietto d’ingresso prevede un abbonamento per i tre giorni a 28 euro, intero giornaliero 12 euro, ridotto 8 euro per i cosplayer e i ragazzi tra gli 11  e i 16 anni, gratis per i bambini.
Il programma completo è disponibile nel sito ufficiale della manifestazione.

A Milano l’edizione 2019 di Cartoomics a cura di Elena Romanello

7 marzo 2019

2019-slide-cart-intro-1920x1051-d-maxw-654

Dall’8 al 10 marzo torna negli spazi di Rho Milano Fiera Cartoomics, la kermesse meneghina dedicata a fumetti e immaginario nerd, giunta ormai alla ventiseiesima edizione e senz’altro la più importante del settore per quello che riguarda il Nord Italia.
Appassionati, cultori, curiosi e collezionisti potranno confrontarsi con spazi dedicati a fumetti, cinema, giochi di ruolo e di carte, videogames, cosplay, libri, conferenze, in un universo che ormai unisce più generazioni. La manifestazione è in particolare dedicato al cinecomic Shazam della DC Comic, in uscita l’11 aprile che sarà al centro di un’attrazione interattiva. Non mancheranno spazi sugli altri film del momento, come Capitan Marvel e l’atteso The Avengers End Game.
Come sempre, nutrito il parterre di ospiti, del mondo del fumetto e non solo, tra cui spiccano i nomi di Max Bunker, nome d’arte di Luciano Secchi che festeggerà il mezzo secolo di Alan Ford, Alfredo Castelli con la sua icona martin Mystère, l’illustratore di draghi, unicorni e non solo Paolo Barbieri, Marco Ventura della torinese Manfont, Don Alemanno e Boban Pesov con l’irrestitibile Navivegan Heidi, Luca Enoch, che ha spaziato da Gea Dragonero per Bonelli, Stefano Turconi e Teresa Radice con il nuovo Tosca dei boschi per Bao Publishing, Manfredi Toraldo della Scuola di Comics di Torino, Luca Rossi con i suoi romanzi di fantascienza, Luca Tarenzi maestro del dark fantasy e Alessia Mainardi con la sua casa editrice del fantastico Ailus.
L’editoria sarà la grande protagonista dell’evento, con nomi storici come  Sergio Bonelli, Panini Comics, Bao Publishing, Alastor, RW, Astorina, Star Comics, Dynit, BD e il debutto di Feltrinelli Comics, senza dimenticare le voci indipendenti e le fanzine.
Tra le aree da segnalare c’è quella sulla fantascienza, con proposte di libri e fumetti e spazio per i vari gruppi dedicati a film e telefilm, da Star Wars a Doctor Who, con gadget e proposte editoriali anche straniere, e quella sul fantasy, dove troveranno spazio editori in tema e le attività dell’associazione La Fortezza.
Cartoomics è aperta i tre giorni dalle 9 e 30 alle 19 e 30, costo dei biglietti 14 euro intero, 12 ridotto, 7 per bambini dai 7 ai 12 anni, abbonamenti a 22 euro per due giorni, 26 per tre, 7 per un gruppo di almeno venti persone e ticket per le famiglie a 28 euro per tre e a 32 per quattro. Ingresso gratis per i cosplayer solo venerdì.
Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale.

:: Presentazione del romanzo “Magnetic” di Sara D’Amario con Fabrizio Fulio-Bragoni a cura di Giulietta Iannone

15 febbraio 2019

Affollatissima la saletta del Circolo del Lettori di Torino per la presentazione del romanzo “Magnetic” di Sara D’Amario (LeggerEditore). Introdotto e moderato da Fabrizio Fulio- Bragoni, traduttore e critico, con la presenza dell’autrice, l’incontro è stato molto divertente e partecipato, se si pensa che avevamo Laura Morante nella sala accanto che presentava il suo libro, ma non ci siamo fatti intimidire. Il pubblico era vario: professori, studenti, genitori, colleghi di Sara D’Amario che ha spiegato porta avanti le due carriere di attrice (da ventisei anni) e di scrittrice (da dieci) con grande serietà e preparazione. “Magnetic” è un YA originale con tematiche attualissime (dai campi magnetici, alla sperimentazione scientifica senza regole, all’uso di droghe sintetiche), e non spesso affrontate (ancora) e sia l’autrice che il moderatore sono statati bravi a incuriosire senza spoilerare troppo. “Magnetic” è un libro per ragazzi, scritto con responsabilità per un pubblico di lettori adolescente ed è stato molto interessante quando l’autrice ha parlato della difficoltà di scrivere romanzi per questa fascia di età rispettando lo sviluppo e il cuore di questi giovani lettori. Insomma scrivere libri per ragazzi necessita di competenze e sensibilità sue proprie, certo è intuibile ma è giusto che venga ribadito. Fabrizio Fulio- Bragoni ha fatto diverse domande all’autrice,  ma numerose sono state anche quelle del pubblico tanto che l’incontro è durato più di un’ ora e mezza. Non ho fatto foto, e un po’ mi dispiace, ma il marito dell’autrice, François-Xavier Frantz, anche lui presente, credo abbia registrato parte della presentazione. Non avendo ancora letto il libro (ma penso lo farò al più presto) non so dirvi molto della trama, ma sicuramente è un libro con in certa misura anche un valore educativo sicuramente nel mettere in guardia i giovani dal pericolo delle droghe sintetiche così facilmente disponibili e così dannose se non mortali. E quando lo dicono i genitori non li si ascolta, un’amica forse sì. È naturalmente anche una storia d’amore, ma non delle più convenzionali. Insomma sono molto contenta di aver partecipato all’incontro e vi invito tutti in libreria.

A Bologna arriva Nerdshow a cura di Elena Romanello

7 febbraio 2019

nerdshow

Il 9 e 10 febbraio torna a Bolognafiere nel capoluogo emiliano Nerdshow, festival dedicato a fumetti, videogiochi, editoria, cinema, musica, cosplayer e tantissimo altro. Un’occasione per divertirsi, certo, ma anche per fare cultura partendo da quelle che sono passioni consolidate per più generazioni.
Infatti partecipano all’evento 100 artisti del mondo del fumetto, attivi nelle scuderie delle più importanti case editrici, come Marvel, DC, Bonelli, Bao, Disney Italia. Nominarli tutti è impossibile, ma ci sono i nomi di Leo Ortolani, Mirka Andolfo, Boban Pesov, Loputyn, Francesco Barbieri, Monica Catalano, Federica di Meo, Francesca Urbinati, gli americani Geoff Darrow e Lee Bermejo e il doppiatore prestato al fumetto Fabrizio Mazzotta.
In fiera ci sono i maggiori gruppi editoriali del settore fumetto, da Bonelli a Panini, oltre ad un fitto programma di esibizioni, proiezioni e conferenze, dove spiccano il gruppo The Spleen Orchestra, ispirato al mondo di Tim Burton, il concerto di Giorgio Vanni, l’anteprima della nuova serie dell’anime di culto L’attacco dei giganti, fumetto e animazione in Giappone e un tuffo in Mondo9 con Dario Tonani.
La fiera è aperta entrambi i giorni dalle 10 alle 19, biglietti dieci euro on line dodici in cassa, con varie riduzioni. Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale.