Archive for the ‘Fiere Festival Presentazioni’ Category

:: BookCity Milano #BCM2020

5 marzo 2020
BookcityMilanoLa nona edizione di #BookCityMilano si terrà dall’11 al 15 novembre 2020. Cinque giornate in cui teatri, musei, scuole, università, palazzi storici, librerie, circoli e associazioni culturali, spazi pubblici ma anche case private e negozi testimonieranno il loro amore per il libro e la lettura ospitando incontri, dialoghi, spettacoli, mostre ed eventi.

Nell’Anno Internazionale della Salute delle Piante, tema di questa edizione sarà l’ambiente, con #TerraNostra, un focus che vuole affrontare una tematica urgente e importante, centrale per la città di Milano e non solo.

A #BCM2020 non mancheranno gli appuntamenti di BookCity comincia in libreria, i progetti per le scuole, gli incontri di BookCity per il sociale, BookCity in Università, quelli nelle sedi periferiche e le letture di BookCity nelle case, ai quali si affiancheranno come di consueto numerosi Poli Tematici.

Per eventi per cui si richiede l’ospitalità in una sede BookCity è stato fissato il termine del 31 maggio, mentre sarà possibile sottomettere progetti e proposte da ospitare in una propria sede dal 27 aprile all’11 settembre 2020.

Scoprite di più sul sito: https://bookcitymilano.it

Prime notizie del Salone del libro 2020 a cura di Elena Romanello

1 marzo 2020

salto20-manifestosmallL’emergenza coronavirus ha chiuso biblioteche, Musei, cinema e teatri, oltre che le scuole di ogni ordine e grado, e sta facendo posticipare o annullare vari eventi, come Cartoomics a Milano, rimandato a ottobre, Sottodiciotto film Festival rimandato in autunno, Play Festival a Modena e altri ancora, anche a livello internazionale, tra cui due delle più importanti convention sulla cultura otaku giapponesi a Tokyo e Osaka, cancellate.
Per questo motivo ci si sente rinfrancati da conoscere le prime anticipazioni sul Salone del libro di Torino 2020, in programma, si spera dal 14 al 18 maggio nei padiglioni del Lingotto, Oval compreso.
Il tema di quest’anno è Altre forme di vita, riferito sia agli animali, che ad un discorso ecologista ma anche legato al mondo del fantastico, come suggerisce il suggestivo manifesto realizzato da Mara Cerri, una delle più promettenti illustratrici della nuova leva creativa presente nel nostro Paese.
La Regione ospite d’onore quest’anno è la Campania, in onore dello sforzo fatto negli ultimi cinque anni dalla politica culturale regionale che ha tentato, in nome dell’inclusione, del rispetto della totalità della propria ricchezza artistica, del lavoro per i giovani, di fare della cultura il collante fondamentale e il volano insostituibile per la valorizzazione e la promozione del proprio territorio. Del resto, proprio in Campania è conservata uno dei più importanti archivi librari, e in Campania esiste la manifestazione Napoli Città del libro che avrà uno spazio anche al Lingotto.
I due Paesi ospiti sono Canada e Irlanda, con spazi loro dedicati, per scoprire due mondi culturali di ieri e di oggi ricchi di voci letterarie e di suggestioni.
Ci sono già i primi nomi ospiti: Annie Ernaux, Edna O’Brien, Gabrielle Filteau-Chiba, Thomas Piketty, Pat Metheny e Francesco Bianconi e tra gli eventi Off si segnala una mostra sui temi del Salone alle OGR.
Quindi è iniziato il conto alla rovescia, e quest’anno sarà ancora più fondamentale ritrovarsi tutti al Salone del libro, per la cultura e contro paura e ignoranza.

A Bologna torna Nerd Show a cura di Elena Romanello

5 febbraio 2020

Nerd-Show-Bologna-2020-logo

Sabato 8 e domenica 9 febbraio Bologna ospita nel suo quartiere fieristico la terza edizione di Nerd Show, ormai irrinunciabile appuntamento per la zona e non solo dedicato a fumetto, videogioco e cultura ad essi legato.
Gli appassionati potranno districarsi in quattro padiglioni di 34 mila metri quadrati, tra fumetti, gadget, cosplayer, cinema, giochi da tavolo e di ruolo, videogames anche d’epoca oltre che di realtà virtuale, con la possibilità anche di sperimentare e provare.
Molti gli ospiti, a cominciare dai cantanti di canzoni di cartoni animati Giorgio Vanni sabato e domenica Cristina D’Avena con i Gem Boy, e i doppiatori dell’evento Voice of Nerds coordinato dal doppiatore e nerd Fabrizio Mazzotta che vede in scena Mino Caprio (C3PO in Star Wars, Peter Griffin, Kermit la Rana), Leonardo Graziano (Sheldon in The Big Bang Theory, Naruto nell’omonima serie), Carlo Valli (voce ufficiale di Robin Williams, direttore di doppiaggio e voce di Rex in Toy Story), Pietro Ubaldi (Doraemon, Hector Barbossa ne I Pirati dei Caraibi, Patrick Stella di Spongebob), Ivo de Palma (voce di Pegasus ne I Cavalieri dello Zodiaco, Mirko di Kiss Me Licia), Davide Perino (Elijah Wood e quindi Frodo ne Il Signore degli Anelli), Elena Perino (Captain Marvel), Mirko Fabbreschi (voce al canto di Gumball, Telespalla Bob, Clarence), Maura Cenciarelli (tra le altre voci, Meg Griffin), Renato Novara (“Rubber” di One Piece e Ted Mosby in How I Met Your Mother), Emanuela Ionica (Vaiana in Oceania e Robin di Stranger Things).
Nerd Show vuol dire anche fumetti, innanzitutto, e ci saranno 120 disegnatori nazionali e internazionali, con nomi come quelli di David Mack, Otto Schmidt, Gerald Parel, Mirka Andolfo, Mattia Labadessa.  Sono previsti workshop, conferenze e incontri e saranno presenti gli stand di case editrici quali Panini Comics, Bonelli, Shockdom, Cosmo, Star Comics e varie realtà indipendenti.
Spazio quest’anno alla fantascienza, con un occhio di riguardo a quella cinematografica e televisiva, con cult come Star Trek, Star Wars, Doctor Who, Ghostbusters con stand dedicati, associazioni e cosplayer.
Tra i vari stand, spazio per i giochi da tavolo, per i negozi di gadget e per le fumetterie e librerie, con novità e pezzi da collezione, in modo da mettere insieme più generazioni e gusti.
Nerd Show è aperto sabato e domenica dalle 10 alle 19, per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale. 

A Novegro il Festival del Fumetto a cura di Elena Romanello

1 febbraio 2020

COPERTINA-HOME-FDF-FEBBRAIO-2020

Il 1 e 2 febbraio si inaugura il nuovo anno di fiere dedicate al fumetto e alla cultura nerd con l’atteso Festival del Fumetto, ospitato presso il Parco Esposizioni di Novegro, vicino a Milano, nella sua edizione invernale.
Il Festival si snoda su oltre 20mila metri quadri, proponendo tutte le sfumature di mondi e immaginari che uniscono più generazioni, tra personaggi di ieri e di oggi e vari modi di narrare storie, tra fumetti, libri, film, serie TV, videogiochi e altro ancora. All’interno del Festival si potranno acquistare libri e fumetti nuovi o d’occasione, gadgets, giocattoli, action figures, cards, abbigliamento, cibo, oltre che conoscere illustratori, autori e case editrici.
Tra le novità di questa edizione un’area videogames con la realtà virtuale, un villaggio dedicato ai cosplayer, una sezione sull’horror in tutte le sue forme, vari stage e lezioni di fumetti, una sezione tutta sul Giappone ed eventi sul k pop, la musica dalla Corea del Sud alla conquista del mondo.
Nello specifico i padiglioni saranno organizzati in questo modo: in quello A cibo occidentale e orientale, da mangiare sul posto dopo aver girato per un po’ ma anche da portare a casa, nel padiglione B l’area sui giochi e quella su manga, anime e cultura ad essi collegati, con possibilità di scoprire o riscoprire quanto Giappone c’è nei suoi fumetti e cartoni animati. Il padiglione C presenta gli stand espositivi di librerie, fumetterie, editori, autori, l’area videogames, lo spazio della Scuola di Fumetto di Milano e le purikura, le cabine dal Giappone per farsi al momento foto buffe o kawaii.
Il padiglione D è tutto per i cosplayer, con stand, palco, guardaroba, mentre il padiglione E ospita il raduno nazionale dei fan di Harry Potter, l’amatissima saga fantastica sia letteraria che cinematografica, che ha fatto scoprire ai giovanissimi il piacere della lettura, con stand, cosplayer, eventi, conferenze in tema Hogwards, tutto a cura di Giratempo.web e della Lipu, che porta in fiera vari gufi da incontrare e conoscere.
Per il programma completo visitare il sito ufficiale della manifestazione.

L’edizione 2020 dei Japan Days a Torino a cura di Elena Romanello

23 gennaio 2020

andrea-osella_6Tornano a Torino i Japan Days, l’ormai consueto appuntamento di gennaio dedicato a manga, anime e cultura giapponese organizzato dal club Amici di Go Nagai: il 25 e 26 gennaio saranno di scena in una nuova location, la Biblioteca Musicale Andrea della Corte nel parco della Tesoriera in corso Francia 186.
Quest’anno la manifestazione si snoda su tre importanti eventi ed anniversari: i quarant’anni dell’arrivo in Italia di Mazinga Z di Go Nagai, l’uscita prossima finalmente del film conclusivo della saga di Evangelion, dal titolo Shin Evangelion / Evangelion: 3.0+1.0 / Evangelion: Final e i trent’anni italiani dei Cavalieri dello Zodiaco, uno degli anime più importanti di inizio anni Novanta per il consolidamento di una cultura otaku.
In collaborazione con Voci animate sono ospiti tre doppiatori fondamentali legati a manga e anime: Valentina Mari, voce di Rei Ayanami di Evangelion e Sayaka Yumi negli episodi inediti di Mazinga Z, Fabrizio Mazzotta, direttore di doppiaggio tra gli altri anche di Evangelion e doppiatore di Krusty il clown dei Simpson, Mizar di Goldrake e Eros di Pollon, e Ivo de Palma, l’anima di Pegasus dei Cavalieri dello Zodiaco,  Toki di Ken il Guerriero e Akira Fudo negli OAV di Devilman.
Le associazioni di Animanga Italia presenteranno le loro attività negli spazi della Biblioteca: in particolare al piano terreno in sala 1 spazio alle prelibatezze giapponesi di Cibichibi Manga Food, in sala 2 Gundam con BIST e il club Giagun, in sala 3 quiz e intrattenimento per tutte le età con  l’Associazione culturale Tomomi e Moguwork, con tanti giochi, in sala 4 performance dei cosplayer del Saint Seiya Italian Cosplay. Sempre al piano terra trovano spazio Planet B Web Radio e Il Castello di sabbia.
Al primo piano ci sono le due anime della manifestazione: in sala 5 Amici di Go Nagai, che danno a chi si assocerà il catalogo della mostra  MAZIN GO e Eva Impact, con anche qui per chi si iscrive i libri IMPACT 00 Prototype e Blood Type: Blue Water – Nadia×Evangelion.
Le due associazioni propongono anche le due mostre di questa edizione: MAZIN-GO! a cura di Casale Comics e  Amici di Go Nagai, con 32 tavole di altrettanti artisti, illustratori e fumettisti italiani, su Mazinga Z, e Blood Type: Blue Water – Nadia×Evangelion Exhibit, tributo a Nadia – Il mistero della pietra azzurra e a Neon Genesis Evangelion, rispettivamente per i 30 anni e i 25 anni dalla prima messa in onda in Giappone, con 18 illustrazioni originali di autori e autrici italiani.
La Sala Autori ospiterà anche diversi di questi nomi coinvolti, come Enrico Simonato, Livia De Simone, Fabrizio De Fabritiis, Vittorio Pavesio, Andrea Osella, Le Diabolike Giulia Francesca Massaglia e Stefania Caretta.
I Japan Days sono aperti con ingresso gratuito sabato 25 e domenica 26 gennaio dalle 14 alle 18. Per ulteriori informazioni andare sul sito di Animanga Italia.

Torino perde “Il Libro ritrovato” a cura di Elena Romanello

11 gennaio 2020

DSCN2300

Da oltre vent’anni era ormai un appuntamento fisso e amatissimo da molti, non solo torinesi: la prima domenica di ogni mese, estate compresa, i portici di piazza Carlo Felice davanti alla stazione di Porta Nuova si animavano con oltre cento espositori, anche di fuori città, con libri d’occasione, remainders, volumi d’antiquariato, edizioni d’arte, locandine di film, romanzi di genere e per ragazzi, dvd, cd, fumetti.
“Il Libro ritrovato” era un punto d’incontro e di ritrovo, un modo per trovare piccoli e grandi tesori e vedere amici vecchi e nuovi, gestito dall’associazione Sulla Parola, che dopo l’insediamento a Torino della nuova giunta ha visto alzati gli oneri e le multe, oltre che i balzelli burocratici: a fine 2019 gli organizzatori hanno gettato la spugna, di fronte al disinteresse delle istituzioni, lasciando torinesi e non orfani di un’importante e bella iniziativa.
C’è chi dice che entro la primavera ci sarà un nuovo bando e dovrebbe farsi avanti una nuova associazione per rilevare l’evento, ma c’è da dire che difficilmente gli operatori commerciali che venivano a Torino possono permettersi mesi di stop e dato che altre città più lungimiranti organizzano mercatini e fiere in tema c’è il rischio che si orientino altrove.
C’è per contro chi sostiene che è stato l’ennesimo modo di portare avanti una politica di decrescita e di odio verso le iniziative che portano cultura, soldi, crescita e movimento, tra l’altro in un posto che anni fa, prima che arrivasse il Libro ritrovato, era in preda ad un profondo degrado. Del resto, la fine del Libro ritrovato arriva dopo che l’anno scorso Torino ha già perso lo storico mercatino Mercanti per un giorno e il gruppo di bancarelle di corso Siccardi, sfrattate e costrette a chiudere per far posto ad una futura pista ciclabile, al momento ci sono solo fango e sporcizia.
Comunque, domenica 5 gennaio è stato davvero triste arrivare in piazza Carlo Felice e non trovare più le belle bancarelle di libri, sostituite dai discussi e pericolosi monopattini, uno dei tanti totem di un’amministrazione discutibile.
Non è così che si gestisce e si porta avanti una Torino che vuole fregiarsi del titolo di Città del Libro.

L’edizione 2019 di Torino Xmas Comics a cura di Elena Romanello

10 dicembre 2019

xmas-comics

Sabato 14 e domenica 15 dicembre torna nel padiglione 3 del Lingotto fiere Torino Xmas Comics, l’edizione natalizia della fiera subalpina dedicata ai fumeti e alla cultura nerd, con anche tante idee regalo per Natale, giunta alla sesta edizione.
I visitatori troveranno una novantina di stand, con fumetti, manga, dvd, gadget, libri, oggetti da collezione, artigianato in tema e costumi per tutte le tasche, con in più attività e eventi inerenti un mondo che continua a piacere e a unire più generazioni.
Nell’area dedicata ai fumetti ci sarà spazio per case editrici, autori e disegnatori, e si segnalano i nomi di Mangasenpai, Lavieri, DZ edizioni, J-pop, Shockdom, Niente da dire, Eris. Hanno già detto gli autori  Dado Caporali, Bigio, il duo Fraffrog e RichardHTT, presenti allo stand Supergulp, Ivan Varano, autore di X2, Francesca Siviero, autrice di Dirtywaters, Pamela Dema, autrice di Tidal lock,  Daniele Rudoni, autore di King of balls, Claudio Sciarrone, celebre per aver disegnato molte storie della saga Disney Pikappa, Irene Buzzi, Roberto Gallaurese, l’attore e autore Valerio Angelucci, Fabio Tonetto, Lorenzo Mo’, Adam Tempesta, Eleonora Antonioni e Francesca Ruggiero.
DZ edizioni, che porta in fiera sia fumetti che libri presenta anche un’iniziativa benefica  a favore di Casa Giglio, associazione torinese che offre uno spazio di 800 metri quadrati dove sono ospitate gratuitamente undici famiglie – di cui dieci con difficoltà economiche e sociali – con bambini ricoverati all’Ospedale Infantile Regina Margherita e una famiglia in emergenza abitativa. Nei due giorni di fiera gli artisti della casa editrice creeranno dal vivo delle opere sul tema della famiglia, che saranno poi devolute in beneficenza a Casa Giglio.
Non mancheranno dunque i disegnatori e pittori, e sono in programma più di trenta workshop dedicati ad argomenti come l’acquerello, il digital painting, l’inchiostrazione dei manga, il vestiario dei personaggi e altro ancora.
Torna anche il movimento artistico GoArtFactory con una serie di iniziative volte a “portare l’arte tra la gente”, fuori dai luoghi convenzionali ad essa adibiti, con l’esposizione in fiera di 100 opere a tema realizzate da una quarantina di artisti e un’area in cui i pittori dipingeranno dal vivo durante i due giorni di evento, utilizzando acrilici, china, aerografo e diverse tecniche,
Ovviamente non possono mancare le competizioni cosplay: Xmas Comics ha stretto i una partnership con la manifestazione svizzera De-To/Destination Tokyo e la relativa gara internazionale Deto Cosplay Crown e durante la gara di domenica a partire dalle 14 saranno selezionati un singolo e una coppia che rappresenteranno l’Italia alle finali mondiali, in programma dal 22 al 25 ottobre 2020 in Svizzera nel Théâtre du Crochetan di Monthey. A giudicare i concorrenti il costume designer francese Naythero,  Carlo Visintini, alias Ormadigatto Cosplay, e la mitica Giorgia Vecchini, in arte Giorgia Cosplay.
Sul palco ci saranno anche nei due giorni il Karacosplay, karaoke in cosplay, il karaoke contest e uno spettacolo di K-pop domenica alle 11 e 15.
Ci saranno poi spazio per tornei di videogames, giochi di ruolo e giochi da tavolo, con due anteprime,  Goulo, un nuovo gioco di ruolo  ambientato in un ucronico Alto Medioevo e Sheol, un gioco da tavolo di genere american ambientato in un futuro non molto lontano da noi.
Spazio anche per film e serie TV cult, in attesa dell’ultimo per ora capitolo di Star Wars, con tra gli altri Jedi Generation, le Escape Room e il Doctor Who Italian Club, che proporrà una caccia al tesoro oltre che in vendita alcuni preziosi volumi in tema, anche in lingua inglese.
Xmas Comics & Games è aperta sabato 14 e domenica 15 dicembre al Lingotto fiere dalle 9 e 30 alle 19 e 30, intero dieci euro, ridotto sette anche per i cosplayer. Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale.

:: Presentazione del volume: “CRAXI, LE RIFORME E LA GOVERNABILITA’ (1976 – 1993)”

23 novembre 2019

unnamed

ll Circolo Edmondo De Amicis di Milano, in via De Amicis 17, ospita sabato 30 novembre alle ore 11 la presentazione di «Craxi, le riforme e la governabilità (1976 – 1993)». Il libro è un’antologia di scritti e discorsi di Craxi opportunamente inquadrati attraverso un saggio introduttivo di ampio respiro e in puntuali contestualizzazioni individuali. Costituisce la terza uscita della Piccola Biblioteca del Riformismo socialista, iniziativa editoriale promossa dalla Fondazione Filippo Turati.

Intervengono Carlo Tognoli, Ugo Finetti e Maurizio Punzo, oltre a Nicola Cariglia (presidente Fondazione Turati Onlus) e ai due autori, Edoardo Tabasso e Zeffiro Ciuffoletti. Presiede il dibattito Mario Artali, presidente del Circolo E. De Amicis.

Costruire il festival Loving the Alien al Mufant di Torino a cura di Elena Romanello

17 novembre 2019

loving-the-Alien-Fest_page-0001-1024x576

Il Mufant, Museo del fantastico e della fantascienza di Torino in via Reiss Romoli 49 bis organizza dal 5 al 7 giugno del prossimo anno il festival Loving the Alien, un evento dentro e fuori i locali per parlare di fantascienza, fantasy, horror declinati tra letteratura, fumetti, cinema, serie TV, giochi, videogiochi e cosplay.
Il festival Loving the Alien dovrebbe diventare un evento annuale e l’argomento dell’edizione 2020 sarà l’alieno e l’altrove, partendo da due argomenti al centro dell’attività del Mufant e del loro partner principale, la cooperativa Altra Mente, attiva nell’aiuto di soggetti con problemi di disagio mentale: inclusione sociale e rigenerazione urbana delle periferie.
Per raccogliere i fondi per le prime spese logistiche del festival è stata lanciata una campagna di crowfunding sulla piattaforma Kickstarter, che scade il 10 dicembre: sono previsti dei premi diversi secondo quanto si dona, come un segnalibro a tema UFO, delle cartoline di protofantascienza, un astuccio, uno zaino, un gioco memory, una stampa del copertinista di Urania Franco Brambilla, avere il proprio nome su una delle statue del Parco del fantastico o proporre e erigere una statua propria, ma anche avere già assicurato lo stand come editore, scrittore, fumettista. Le donazioni possono essere fatte come singolo ma anche come associazione o azienda.
Il programma del festival Loving the Alien è ancora in via di definizione, ma si sa già che ci saranno mostre, presentazioni di libri, sessioni di illustrazioni dal vivo, performance teatrali, e che interverranno scrittori, fumettisti, giornalisti, editori, cosplayer, gamer. Si parlerà di tanti argomenti, due dei più importanti saranno la fantascienza cinese e i videogame legati al fantasy, e in parallelo ci sarà una mostra sulle due icone di manga e anime Sailor Moon e Goldrake, i due protagonisti di un combattuto confronto per decidere che statua mettere nel Parco del fantastico. Ha vinto la combattente che veste alla marinaretta.
Quasi tutti ad argomento letterario i workshop previsti: si parlerà degli archetipi della narrativa gotica con Franco Pezzini, uno dei massimi esperti italiani sull’argomento, Franco Brambilla racconterà come si realizza una copertina di Urania, lo sceneggiatore Bonelli Andrea Cavaletto parlerà di fumetti seriali e non di genere fantastico, lo scrittore Dario Tonani illustrerà come ha progettato la sua saga di Mondo9 e Massimiliano Supporta, fondatore del TOHorror Film Fest, spiegherà come si realizza un festival cinematografico in tema.
In occasione dei tre giorni di Loving the Alien arriveranno tutte le statue che animeranno il Parco del Fantastico nel piazzale antistante il Museo, che sarà intitolato nei mesi prossimi all’esperto di fantastico Riccardo Valla. Oltre alle già esistenti Creatura di Frankenstein con i tratti di Boris Karloff, il Lupo Mannaro americano a Londra e Capitan Harlock inaugurata in onore di Leiji Matsumoto, ci saranno anche Sailor Moon appunto, Alien, ET e il drago cinese Fucanglong.
Per ulteriori informazioni e aggiornamenti sul modo di fare donazioni e sulla costruzione del programma visitare il sito del Mufant www.mufant.it

:: Premio Biella Letteratura e Industria XVIII edizione: vince Giorgio Falco

30 ottobre 2019

Vince la XVIII edizione del Premio Biella Letteratura e Industria lo scrittore Giorgio Falco con “IPOTESI DI UNA SCONFITTA” – Einaudi.

Giorgio Falco

Rossana Balduzzi Gastini con “GIUSEPPE BORSALINO. L’UOMO CHE CONQUISTÒ IL MONDO CON UN CAPPELLO” (Sperling & Kupfer) si aggiudica il Premio Confindustria.

E infine Maurizio Gazzarri con I ragazzi che scalarono il futuro (Edizioni ETS) vince il Premio Giuria dei Lettori.

La cerimonia di premiazione avrà luogo sabato 16 novembre 2019, presso l’Auditorium di Città Studi di Biella, occasione in cui verranno anche consegnati il Premio Concorso per le Scuole “Cuore, testa, mani”, e il premio Lions Bugella Civitas per la migliore recensione.

Dall’8 al 10 novembre torna la Microeditoria di Chiari: “Dal sogno alla Luna. Fate largo ai sognatori…” A cura di Viviana Filippini

30 ottobre 2019

LOGO-dal-sogno-alla-luna3

Non perdete l’occasione di visitare “Dal sogno alla Luna. Fate largo ai sognatori…” , la XVII edizione della Rassegna della Microeditoria, che si terrà l’8, il 9 e 10 novembre a Chiari, a Villa Mazzotti, in provincia di Brescia. L’evento autunnale vedrà  nelle sale del magnifico palazzo, le piccole e piccolissime case editrici italiane con ben 80 espositori presenti. L’evento dedicato ai libri e alla cultura è promosso dall’associazione culturale L’Impronta, in collaborazione con il Comune di Chiari e il Comune di Orzinuovi. Come sempre c’è il patrocinio della Provincia di Brescia e Consigliera di Parità della Provincia di Brescia, il sostegno di circuito Claps e Ministero dei beni Culturali. L’edizione 2019 vede anche la partecipazione di Philosophy for Children, Rinascimento Culturale e Movimento Nonviolento.

 “Diciassette anni di Microeditoria sono un bel traguardo – spiega Daniela Mena, direttrice artistica della Rassegna – sono cambiate tante proposte che un tempo non avevamo nemmeno immaginato (penso agli approfondimenti sulla Cultura Digitale per seguire l’evoluzione della comunicazione o ai laboratori formativi sui Mestieri del Libro). Abbiamo cercato di rinnovarci ogni anno: basti pensare che da 40 editori nel 2003 in poco tempo siamo più che raddoppiati, resistendo anche ad anni di crisi profonda. E non solo. Anche il termine “microeditoria”, che oggi identifica non solo i piccolissimi editori ma anche buona parte dell’editoria indipendente, è partito da qui”.

Tema centrale della manifestazione sarà quindi la LUNA, anche in occasione dei 50 anni dal primo passo dell’uomo sul nostro satellite, ma non mancheranno il Premio Microeditoria di Qualità (realizzato in collaborazione con la Fondazione Cogeme), i laboratori dedicati al mestiere del libro e le riflessioni dedicate al mondo della cultura digitale e il ciclismo. Gli ambienti di Villa Mazzotti a Chiari, aperti da sabato 9 novembre, dalle 10 alle 20, vedranno la presenza di molti ospiti. Tra loro Marino Bartoletti, giornalista e scrittore del libro per bambini “La squadra dei sogni. Il cuore sul prato”; Antonio Caprarica, mezzobusto tra i più conosciuti e per una vita inviato Rai in giro per il mondo, e Gian Antonio Stella, editorialista del Corriere della Sera (autore con Sergio Rizzo de La Casta il libro di maggior successo nel 2007) per il suo nuovo libro sulle potenzialità che si sviluppano con la disabilità. Molte emozioni anche per Luisa Corna e Annalisa Minetti (insieme al Coro di Novara) per il libro “Tofu e la magia dell’arcobaleno”, e anche per l’ultimo lavoro di Carlo Gabardini, attore, comico, scrittore e conduttore radiofonico italiano a Chiari con “Churchill il vizio della democrazia”. E poi ancora Paolo Hendel, Alessandro Zaccuri, Massimo Coppola e, domenica a chiudere il calendario di presentazioni, Moni Ovadia con il suo “Canto di un ebreo errante”.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti. L’ingresso è libero, salvo dove diversamente indicato ed è richiesta la prenotazione. Il programma è consultabile sul sito www.rassegnamicroeditoria.it

L’edizione 2019 di Lucca Comics & Games a cura di Elena Romanello

29 ottobre 2019

LCG_Manifesto_2019

Dal 30 ottobre al 3 ottobre torna Lucca Comics & Games, la più importante kermesse italiana dedicata ai fumetti e alla cultura nerd e una delle più importanti a livello mondiale, insieme al Komiket di Tokyo, alla Comicon di San Diego a alla fiera del fumetto di Angouleme.
Per quattro giorni, si spera con un tempo clemente, il centro storico della città toscana delimitato dalle mura si animerà di eventi, stand, cosplayer, parate, conferenze, musica, proiezioni, per raccontare tutta una serie di immaginari disegnati e raccontati con tutti i mezzi possibili, letteratura, cinema, serie TV, giochi, fumetti, che ormai hanno conquistato più generazioni.
In piazza Napoleone e piazza del Giglio tornano le varie realtà editoriali fumettistiche, mentre la zona di piazza San Francesco ospita la Japan Town, manga, anime ma anche cultura giapponese, l’area di piazza San Frediano l’area per bambini, corso Garibaldi gli spazi sul fumetto usato e da collezione, il padiglione Carducci libri e giochi di ruolo, le mura il palco e le parate in cosplay a tema, dallo steampunk a Game of thrones, da Star Wars Labyrinth. Ci saranno inoltre gli spazi tematici di singole case editrici e realtà, come Bonelli, Star Comics, Panini, Lego, Funko Pop.
Il programma è davvero intenso, sotto il poster di Becoming Human realizzato in stile steampunk dall’illustratrice Barbara Baldi a cui è dedicata una delle mostre.
Si festeggeranno i quarant’anni del romanzo La storia infinita con una dimostrazione di artisti nell’area perfomance del padiglione Carducci: le tavole realizzate verranno messe all’asta a scopo benefico il 3 novembre pomeriggio. Ad un anno della scomparsa dello scrittore William Goodman, autore de La storia fantastica, in originale The princess bride, la casa editrice Marcos Y Marcos, al suo debutto a Lucca, realizzerà uno spazio in tema e ci sarà anche come ospite Eugenio Marinelli, doppiatore nel film del leggendario Inigo da Montoya.
Continua la collaborazione tra Lucca Comics e il Salone del libro, con vari incontri, per parlare di restare umani, del male, del gioco, con ospiti quali Nicola Lagioia, Valeria Parella, Luis Royo e Vanni Santoni.
Fanucci editore porta in fiera varie novità, tra cui una nuova edizione della saga La ruota del tempo di Robert Jordan illustrata da vari disegnatori italiani, tra cui Paolo Barbieri, volto fisso in fiera e gli autori Daniel Abraham e Ty Frank, in arte James S. A. Corey, ideatori del fantastico universo della saga The Expanse.
Torna a Lucca Comics anche Andrzej Sapkowski, autore della saga di The Witcher, che debutterà nei prossimi mesi. Spazio anche per l’Associazione italiana studi tolkeniani, che parlerà della nuova traduzione de Il signore degli anelli, con tra gli altri il disegnatore Emanuele Manfredi.
Doverosi due tributi a Stan Lee e Monkey Punch, recentemente scomparsi, così come una mostra per gli 85 anni di Paperino con l’autore Don Rosa, mentre dal Giappone arrivano Hirohiko Araki, autore de Il pazzo mondo di Jojo e Rokuda Noburo, l’uomo dietro a Gigi la trottola. Ci saranno inoltre Zerocalcare, che presenterà lo spettacolo teatrale ispirato a Kobane Calling, mai così attuale come in questo momento, dalla Francia Alex Alice autore del meraviglioso Il castello delle stelle uscito per Mondadori, Chris Claremont della saga degli X-Men e in particolare della storia di Fenice Nera, Cliff Chiang che con Bao Publishing presenta la conclusione della saga di Paper Girls, una storia al femminile che riecheggia le atmosfere di Stranger Things, ed è venuta comunque prima.
Tanto anche lo spettacolo, con cosplayer e musica, con nomi storici come gli Oliver Onions, Cristina d’Avena e Giorgio Vanni, oltre che karaoke e momenti sul doppiaggio e d’animazione con famosi nomi del mondo cosplay.
Non mancano le mostre, tra cui spiccano, oltre a quelle già citate, un tributo alle origini dei manga con Hokusai, i 40 anni di Mazinga in Italia, i memorabilia de I cavalieri dello zodiaco, e Armand Baltazar, illustratore e concept artist, autore del libro illustrato Timeless e ospite nello stand de Il Castoro editore.
Uno degli ospiti d’onore sarà Patrick Stewart, l’indimenticabile capitano Picard di Star Trek The Next Generation, presto protagonista di una serie tutta sua, mentre dal mondo di Game of thrones arriverà Ross Mulan, il White Walker dell’esercito dei morti. Ci sarà inoltre una maratona notturna di serie DC Comics, l’anteprima dei primi due episodi della serie BBC His dark materials dal romanzo di Philip Pullman, la presentazione del kolossal fantascientifico italiano Creators the past, le uscite di Terminator destino oscuro Doctor Sleep dal romanzo di Stephen King, seguito di Shining, e l’anteprima dell’anime I figli del mare dal manga di Daisuke Igarashi.
Saranno insomma cinque giorni intensi. Per mappe, programma completo, regole di sicurezza e ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale della manifestazione.