Archive for the ‘Fiere Festival Presentazioni’ Category

A Firenze è di scena il fantasy a cura di Elena Romanello

14 marzo 2019

Dal 15 al 17 marzo Firenze ospita alla Fortezza del Basso, in pieno centro storico, Firenze fantasy, versione invernale della popolarissima Festa dell’Unicorno che ogni estate ravviva il Comune di Vinci, luogo natale di Leonardo.
I locali della Fortezza del Basso, come il Teatrino lorenese, la Palazzina lorenese, i Quartieri monumentali e il Padiglione e Piazzale delle Ghiaie si popoleranno di stand in tema, spazi per giochi, cosplayer, conferenze, area di ricostruzione storica e di ambientazioni fantastiche, illustratori, per un evento che tocca vari universi del fantastico, con ospiti anche internazionali.
Tra i nomi presenti si segnalano Christopher Lambert, indimenticabile Highlander al cinema, Billie Piper, Rose Tyler in Doctor Who e interprete anche di Penny Dreadful, Isaac Hempstead-Wright, Brendon Stark in Game of thrones, il doppiatore Daniele Giuliani, voce di Jon Snow, la scrittrice Licia Troisi.
Nel programma di eventi spiccano sabato 16 marzo la parata in cosplayer e in abito storico per il centro storico di Firenze, l’area steampunk, la convention su Doctor Who, il raduno di Star Wars, l’angolo su Harry Potter, la musica con il gruppo medievale Trovadores de Romagna, l’aperitivo della Società Tolkeniana Italiana, le dimostrazioni con i tatuatori Lorenzo Bagatti, Daniele Lucchese e Fairygoth.
Il biglietto d’ingresso prevede un abbonamento per i tre giorni a 28 euro, intero giornaliero 12 euro, ridotto 8 euro per i cosplayer e i ragazzi tra gli 11  e i 16 anni, gratis per i bambini.
Il programma completo è disponibile nel sito ufficiale della manifestazione.

A Milano l’edizione 2019 di Cartoomics a cura di Elena Romanello

7 marzo 2019

2019-slide-cart-intro-1920x1051-d-maxw-654

Dall’8 al 10 marzo torna negli spazi di Rho Milano Fiera Cartoomics, la kermesse meneghina dedicata a fumetti e immaginario nerd, giunta ormai alla ventiseiesima edizione e senz’altro la più importante del settore per quello che riguarda il Nord Italia.
Appassionati, cultori, curiosi e collezionisti potranno confrontarsi con spazi dedicati a fumetti, cinema, giochi di ruolo e di carte, videogames, cosplay, libri, conferenze, in un universo che ormai unisce più generazioni. La manifestazione è in particolare dedicato al cinecomic Shazam della DC Comic, in uscita l’11 aprile che sarà al centro di un’attrazione interattiva. Non mancheranno spazi sugli altri film del momento, come Capitan Marvel e l’atteso The Avengers End Game.
Come sempre, nutrito il parterre di ospiti, del mondo del fumetto e non solo, tra cui spiccano i nomi di Max Bunker, nome d’arte di Luciano Secchi che festeggerà il mezzo secolo di Alan Ford, Alfredo Castelli con la sua icona martin Mystère, l’illustratore di draghi, unicorni e non solo Paolo Barbieri, Marco Ventura della torinese Manfont, Don Alemanno e Boban Pesov con l’irrestitibile Navivegan Heidi, Luca Enoch, che ha spaziato da Gea Dragonero per Bonelli, Stefano Turconi e Teresa Radice con il nuovo Tosca dei boschi per Bao Publishing, Manfredi Toraldo della Scuola di Comics di Torino, Luca Rossi con i suoi romanzi di fantascienza, Luca Tarenzi maestro del dark fantasy e Alessia Mainardi con la sua casa editrice del fantastico Ailus.
L’editoria sarà la grande protagonista dell’evento, con nomi storici come  Sergio Bonelli, Panini Comics, Bao Publishing, Alastor, RW, Astorina, Star Comics, Dynit, BD e il debutto di Feltrinelli Comics, senza dimenticare le voci indipendenti e le fanzine.
Tra le aree da segnalare c’è quella sulla fantascienza, con proposte di libri e fumetti e spazio per i vari gruppi dedicati a film e telefilm, da Star Wars a Doctor Who, con gadget e proposte editoriali anche straniere, e quella sul fantasy, dove troveranno spazio editori in tema e le attività dell’associazione La Fortezza.
Cartoomics è aperta i tre giorni dalle 9 e 30 alle 19 e 30, costo dei biglietti 14 euro intero, 12 ridotto, 7 per bambini dai 7 ai 12 anni, abbonamenti a 22 euro per due giorni, 26 per tre, 7 per un gruppo di almeno venti persone e ticket per le famiglie a 28 euro per tre e a 32 per quattro. Ingresso gratis per i cosplayer solo venerdì.
Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale.

:: Presentazione del romanzo “Magnetic” di Sara D’Amario con Fabrizio Fulio-Bragoni a cura di Giulietta Iannone

15 febbraio 2019

Affollatissima la saletta del Circolo del Lettori di Torino per la presentazione del romanzo “Magnetic” di Sara D’Amario (LeggerEditore). Introdotto e moderato da Fabrizio Fulio- Bragoni, traduttore e critico, con la presenza dell’autrice, l’incontro è stato molto divertente e partecipato, se si pensa che avevamo Laura Morante nella sala accanto che presentava il suo libro, ma non ci siamo fatti intimidire. Il pubblico era vario: professori, studenti, genitori, colleghi di Sara D’Amario che ha spiegato porta avanti le due carriere di attrice (da ventisei anni) e di scrittrice (da dieci) con grande serietà e preparazione. “Magnetic” è un YA originale con tematiche attualissime (dai campi magnetici, alla sperimentazione scientifica senza regole, all’uso di droghe sintetiche), e non spesso affrontate (ancora) e sia l’autrice che il moderatore sono statati bravi a incuriosire senza spoilerare troppo. “Magnetic” è un libro per ragazzi, scritto con responsabilità per un pubblico di lettori adolescente ed è stato molto interessante quando l’autrice ha parlato della difficoltà di scrivere romanzi per questa fascia di età rispettando lo sviluppo e il cuore di questi giovani lettori. Insomma scrivere libri per ragazzi necessita di competenze e sensibilità sue proprie, certo è intuibile ma è giusto che venga ribadito. Fabrizio Fulio- Bragoni ha fatto diverse domande all’autrice,  ma numerose sono state anche quelle del pubblico tanto che l’incontro è durato più di un’ ora e mezza. Non ho fatto foto, e un po’ mi dispiace, ma il marito dell’autrice, François-Xavier Frantz, anche lui presente, credo abbia registrato parte della presentazione. Non avendo ancora letto il libro (ma penso lo farò al più presto) non so dirvi molto della trama, ma sicuramente è un libro con in certa misura anche un valore educativo sicuramente nel mettere in guardia i giovani dal pericolo delle droghe sintetiche così facilmente disponibili e così dannose se non mortali. E quando lo dicono i genitori non li si ascolta, un’amica forse sì. È naturalmente anche una storia d’amore, ma non delle più convenzionali. Insomma sono molto contenta di aver partecipato all’incontro e vi invito tutti in libreria.

A Bologna arriva Nerdshow a cura di Elena Romanello

7 febbraio 2019

nerdshow

Il 9 e 10 febbraio torna a Bolognafiere nel capoluogo emiliano Nerdshow, festival dedicato a fumetti, videogiochi, editoria, cinema, musica, cosplayer e tantissimo altro. Un’occasione per divertirsi, certo, ma anche per fare cultura partendo da quelle che sono passioni consolidate per più generazioni.
Infatti partecipano all’evento 100 artisti del mondo del fumetto, attivi nelle scuderie delle più importanti case editrici, come Marvel, DC, Bonelli, Bao, Disney Italia. Nominarli tutti è impossibile, ma ci sono i nomi di Leo Ortolani, Mirka Andolfo, Boban Pesov, Loputyn, Francesco Barbieri, Monica Catalano, Federica di Meo, Francesca Urbinati, gli americani Geoff Darrow e Lee Bermejo e il doppiatore prestato al fumetto Fabrizio Mazzotta.
In fiera ci sono i maggiori gruppi editoriali del settore fumetto, da Bonelli a Panini, oltre ad un fitto programma di esibizioni, proiezioni e conferenze, dove spiccano il gruppo The Spleen Orchestra, ispirato al mondo di Tim Burton, il concerto di Giorgio Vanni, l’anteprima della nuova serie dell’anime di culto L’attacco dei giganti, fumetto e animazione in Giappone e un tuffo in Mondo9 con Dario Tonani.
La fiera è aperta entrambi i giorni dalle 10 alle 19, biglietti dieci euro on line dodici in cassa, con varie riduzioni. Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale.

Al Mufant di Torino i Japan Days 2019 a cura di Elena Romanello

23 gennaio 2019
locandina-1024x1391-740x1005Sabato 26 e domenica 27 gennaio 2019 tornano al Mufant di Torino in via Reiss Romoli 49 bis i Japan Days, l’evento annuale organizzato da Animanga Italia dedicato a manga, anime e cultura del Giappone tra antico e moderno.
Quest’anno sono Japan Days e non Japan Day perché dopo il successo degli anni scorsi si raddoppia su due giorni, con eventi, conferenze, mostre e stand.
Nel 2019 si festeggiano i primi quarant’anni de Il Grande Mazinga e Jeeg robot d’acciaio nel nostro Paese, nonché i quattro decenni di Gundam RX 79, primo capitolo della saga dei Mobil Suit, robot realistici, non ancora esaurita oggi.
La GAF, Galleria d’arte fantastica, lo spazio dedicato alle mostre temporanee, presenta Tribute Go, un’esposizione di tavole di numerosi artisti italiani Disney, Bonelli e Marvel dedicate al Grande Mazinga e a Jeeg robot d’acciaio, con nomi quali Federica di Meo, Vittorio Pavesio, Paolo Barbieri e Andrea Osella e la presenza sia sabato che domenica di vari di loro. La mostra è completata da vari rodovetri originali dei due robottoni di Go Nagai. Le due esposizioni rimarranno al Mufant fino al 28 febbraio e poi cominceranno un viaggio in altri posti e eventi.
Sabato 26 gennaio l’ospite d’onore sarà Anna Teresa Eugeni, voce della Regina Himika di Jeeg, di  Lady Gandal di Goldrake e di Margaret Hamilton nel ruolo della Perfida Strega dell’Ovest ne Il mago di Oz, nonché adattatrice del serial cult Charmed.
Domenica invece spazio per Davide Perino, doppiatore di Amuro Ray in Gundam nel ridoppiaggio della serie, ma anche di Elijah Wood nella parte di Frodo de Il signore degli anelli di Peter Jackson e di Eddie Redmayne come Newt Scamander nella serie di Animali fantastici.
Tra gli altri ospiti, Ivo de Palma, voce di Pegasus de I cavalieri dello zodiaco, Davide Ravera, cosplayer e impersonatore ufficiale di Newt e Mosé Singh, impegnato nella nuova serie di Lupin III.
L’evento sarà animato da numerose associazioni che informeranno sulle loro attività culturali e sulle modalità di adesione, e da stand con in vendita memorabilia vari in tema. Tra i nomi presenti Amici di Go Nagai, Eva Impact, Tomoni, Sakura, Giagun, Kendama Italia, Planet B Web Radio, Casale Comics & Games, Creative Comics e Moguwork.
L’ingresso alla manifestazione costa sei euro intero, riduzioni a cinque e tre, abbonamento per due giorni dieci o cinque euro. Per ulteriori informazioni visitare il sito di Animanga e quello del Mufant.

L’edizione 2018 di Torino Xmas Comics

14 dicembre 2018

xmascomics

Il 15 e 16 dicembre torna nel padiglione 3 del Lingotto Torino Xmas Comics, l’edizione natalizia della fiera su fumetto e cultura nerd giunta alla quarta edizione con vari consensi, perché il periodo di ricerca di regali si sposa bene con il mondo della fantasia.
L’evento presenta vari aspetti di questo colorato mondo, con un’area commerciale con oltre novanta espositori, che propongono fumetti, libri, audiovisivi, videogiochi, gadget, oggetti da collezione, giocattoli e costumi.
In ambito editoriale si segnala la presenza della casa editrice Magic Press, che portano in fiera Felinia&Ribosio ideatori della saga Sketch & Breakfast e Boban Pesov, disegnatore dell’irresistibile e dissacrante Nazi Vegan Heidi oltre che di una serie di vignette sulla strana coppia Salvini Di Maio.
Torna Tunué, con le sue graphic novel per tutte le età oltre che per i saggi dedicati a fumetto, all’animazione, ai videogiochi e ai fenomeni pop contemporanei, tra cui spicca la nuova edizione de Le anime disegnate di Luca Raffaelli. Nel suo stand la casa editrice ospiterà Alessandro Perugini, in arte Pera Comics, noto per il fortunato format Chi ha ucciso Kenny?,  Luca Ferrara che ha realizzato Dorando Pietri – Una storia di amore e gambe insieme ad Antonio Recupero, e il graphic novel Gli Altri, scritto da Alessandro Di Virgilio, Marco D’Aponte autore de Il principio di Archimede , La ricerca del Legame e Sostiene Pereira.
Ci sarà anche Edizioni BD, casa editrice di cultura pop: fumetti, comics americani, rock&roll e libri per bambini, con la sua nuova acquisizione,  Edizioni Dentiblù. In stand ci saranno  Mirka Andolfo, già collaboratrice delle maggiori case editrici italiane – come Disney e Bonelli – e internazionali, arrivando anche sulle pagine di Bombshells, Wonder Woman (DC Comics) e Ms. Marvel (Marvel)con il sesto capitolo di Sacro/Profano (Dentiblù), Veronica Cianciarini con la graphic novel Bleeding Mariachi – Il Canto dell’Immortale, Ilaria Catalani; Ilaria Catalani con Hadez, fumetto autoprodotto diventato poi una trilogia edita da Edizioni Dentiblù.
Non mancherà Fabrizio Modina, collezionista ed esperto di Sci-Fi e animazione nipponica, collaboratore di varie mostre in tema, sia al Barbican Centre di Londra che al MAO e al Museo del cinema di Torino, che porterà in fiera  Super Robot Files volume 3,  la conclusione di un percorso di ricerca e analisi sulla storia dei robottoni animati nipponici visti attraverso i giocattoli a loro ispirati.
Tra gli altri ospiti, da segnalare Supergul-Shockdom, con i nomi di Bigio, autore della collana Drizzit (fumetto, gioco di carte, gioco di ruolo e webcomics) e di The Author; Odde, con Io sono chiavica; Francesca Presentini con Il fantastico pianeta che sta nel sistema solare; Riccardo Accattatis in arte Richardhtt, illustratore per Mondadori e Panini, Samuel Spano, illustratore e colorista nel campo dell’animazione, primo autore dichiaratamente transgender del fumetto italiano con il suo serial Nine Stones.
Tra gli altri ospiti ci sono i nomi di Marco Galli, curatore dell’antologia di racconti Materia Degenere, e due delle autrici, Joe1 e Fumettibrutti, al secolo Roberta Muci e Josephine Yole Signorelli, Stefano Mancini di Dark Zone con la sua trilogia fantasy composta dai romanzi Le paludi d’Athakah, Il figlio del drago e Il crepuscolo degli dei; Candida Corsi, illustratrice e graphic designer freelance che ha pubblicato con DZ edizioni Healing Blood; Livia De Simone, illustratrice che collabora con diverse case editrici e che ha firmato le illustrazioni di Dei del Nord; Elisa Yori Sabato, illustratrice, fumettista e insegnante di grafica, autrice di Honey Venom – Wanted a cui ha collaborato Lorenzo Maglianesi, anch’egli presente a Xmas Comics and Games;Giacomo Ferraiuolo che ha pubblicato la raccolta di racconti horror Non Devi Dormire, collabora nelle antologie tematiche della Dark Zone e Francesca Pace, fondatrice di Dark Zone e autrice di Emma, primo volume della Hybrid’s Saga.
Tra gli altri eventi, sono da segnalare i due eventi cosplayer, in collaborazione con la Cospa Family: sabato ci sarà la sfilata non competitiva, domenica il Cosplay Contest, che servirà da selezione per le categorie singolo maschile o femminile per la finale  dell’EpicCon, importante convention tedesca che si svolgerà il 23 e 24 febbraio a Münster.
Torino Xmas Comics è aperto sabato e domenica dalle 9 e 30 alle 19 e 30, per informazioni su biglietti e riduzioni visitare il sito ufficiale.

:: L’OTTOCENTO TORNA A VIVERE CON UN NUOVO FESTIVAL FIRMATO SUGARPULP

26 novembre 2018

unnamed

Dal 7 al 16 dicembre a Padova debutta un nuovo festival culturale dedicato
al fascino e alle suggestioni dell’Ottocento tra arte, letteratura e scienza.

Grandi ospiti, reading, incontri letterari ed artistici, rievocazioni storiche,
spettacoli e tour guidati in città per la prima edizione dell’800 Padova Festival

Padova, 26/11/2018 – Dal 7 al 16 dicembre il fascino e le suggestioni ottocentesche tornano a rivivere nel cuore della città di Padova grazie a un nuovo festival ideato da Sugarpulp e realizzato con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova. Un festival che vuole celebrare un secolo centrale per la cultura contemporanea, coinvolgendo i tanti luoghi di una città che nell’800 visse un secolo d’oro. Grazie a rievocazioni storiche e ad eventi in costume sarà possibile immergersi in una narrazione transmediale che partirà dal Caffè Pedrocchi, uno dei caffè storici più importanti d’Italia e vera icona dell’Ottocento europeo.

“800 Padova Festival vuole celebrare un passato potente e magnifico senza perdersi nella nostalgia – afferma Matteo Strukul, direttore artistico della kermesse -. Nell’Ottocento l’arte, la letteratura, la musica, la scienza e la medicina hanno raggiunto risultati incredibili, per questo abbiamo voluto riunire una serie di partner di altissimo profilo culturale: oltre al Pedrocchi cito l’Università di Padova con il suo nuovo Museo di Anatomia Patologica, il Parco Letterario Francesco Petrarca e dei Colli Euganei, il MUSME – Museo della Medicina e il Planetario di Padova, per concludere con la Fondazione Il Vittoriale degli Italiani”.

Tra i protagonisti del festival segnaliamo Giordano Bruno Guerri, Mauro Corona, Nicolai Lilin, Adrian Fartade, Francesca Cavallin, Simonetta Nardi, Gabriele Campagnano, Silvia Gorgi, Grimilde Malatesta, Sarah Orvan, Simonetta Nardi, Amarillide Twin e tanti altri. “Per Sugarpulp questa è l’ennesima sfida culturale – sottolinea Giacomo Brunoro, presidente di Sugarpulp -, creare un festival capace di divertire ed incuriosire il pubblico con contenuti di qualità. Sperimentiamo un format inedito fatto di incontri letterari, divulgazione scientifica, reading teatrali e rievocazioni storiche”.

GLI INCONTRI LETTERARI

Sarà Mauro Corona con il suo nuovo romanzo di ambientazione ottocentesca “Nel muro” ad inaugurare gli appuntamenti dedicati alla letteratura (venerdì sera, ore 21.00, Palazzo della Salute – MUSME). La letteratura “trasloca” poi in Sala Rossini al Pedrocchi dove sabato 8 dicembre alle 18.00 Nicolai Lilin terrà una lectio magistralis sulla letteratura russa dell’Ottocento. 
Infine domenica 16 dicembre alle 17.00 Giordano Bruno Guerri sarà il protagonista di un incontro dedicato alla storia d’amore tra Eleonora Duse e Gabriele D’Annunzio. Un incontro ricco di suggestioni dato che proprio nelle sale del Pedrocchi la Duse e D’Annunzio si incontrarono in più di un’occasione.

I READING

Spazio a diversi reading durante i 4 giorni del festival: venerdì 7 dicembre alle 17.00 al MUSME Simonetta Nardi sarà la protagonista de “Il collezionista di crani”, reading che racconta la vita del celebre medico ottocentesco Francesco Cortese.

Sempre venerdì pomeriggio, ma al Pedrocchi, Alvaro Gradella sarà il protagonista del reading dedicato alla letteratura del mistero con brani tratti dalle opere di Edgar Allan Poe, Arthur Conan Doyle, Caleb Carr e Matteo Strukul (Sala Rossini ore 18.00).

Sabato mattina spazio dedicato ai più piccoli: alle 10.00 in Sala Verde va in scena un reading dedicato a “Canto di Natale” di Charles Dickens, protagonista Vittorio Attene. Sempre sabato, ma alle 16.00 in Sala Rossini Francesca Cavallin leggerà una serie di passi tratta da Frankenstein di Mary Shelley. Il reading, che celebra i 200 anni della pubblicazione del capolavoro dell’autrice britannica, sarà l’occasione per ricordare i diari di Mary Shelley in cui si racconta il suo lungo soggiorno sui Colli Euganei.

GLI SPETTACOLI

Due gli spettacoli previsti durante il festival, entrambi a carattere storico-scientifico: il primo sarà a cura di Adrian Fartade e si terrà sabato alle 17.00 in Sala Rossini al Pedrocchi. Il celebre youtuber di origini romene racconterà la nascita dell’astrofisica, disciplina che vide la luce proprio nell’800.
Il secondo appuntamento invece è fissato per sabato 8 dicembre alle 21.00, ma al Planetario di Padova: Elena Lazzaretto mostrerà il cielo dell’Ottocento e racconterà di un secolo in cui anche la scienza sembrava un romanzo.

LE RIEVOCAZIONI STORICHE

L’800 Padova Festival sarà anche l’occasione per far rivivere, in senso letterale, l’Ottocento. Figuranti in abiti storici animeranno gli appuntamenti in programma, trasportando il pubblico in un vero e proprio viaggio nel tempo. Sabato sera poi il Caffè Pedrocchi sarà lo scenario della grande cena Ottocentesca con figuranti e quintetto d’archi, per immergersi nell’atmosfera e la magia del XIX secolo.

Domenica 9 dicembre alle 10.00, sempre al Pedrocchi si terrà una sfilata dedicata a figuranti in abiti storici e steampunk. Infine l’appuntamento con il tè delle cinque, in Sala Rossini, con uno spettacolo dedicato alla moda dell’Ottocento in cui verranno svelati i segreti e i trucchi delle moda e delle dame ottocentesche.

I TOUR GUIDATI

L’800 Padova Festival sarà anche l’occasione per riscoprire il volto nascosto della città del Santo con una serie di tour. Si potranno conoscere i segreti del Pedrocchi massonico, le botteghe storiche della città, ma anche il Teatro Anatomico dell’Università o il nuovissimo Museo di Anatomia Patologica, oltre alle vie e ai palazzi che nascondo aneddoti e curiosità ottocentesche (e non solo).

800 Padova Festival si propone dunque come un grande festival di rilevanza nazionale per le molteplici suggestioni narrative dell’800, un secolo di straordinaria vitalità nel mondo letterario ed artistico che esercita ancora una profonda eco sulla contemporaneità.

Il programma dettagliato del festival è disponibile su www.800padovafestival.it

Gli illustratori di Tolkien a Milano a cura di Elena Romanello

22 novembre 2018

p104 Glorfindel and the Balrog (1)Il 28 novembre a Milano presso lo Spazio Oberdan di Milano in piazza Oberdan ci sarà Immaginifico Tolkien, un incontro presso lo Spazio Oberdan con due dei più grandi illustratori dell’opera del maestro del fantasy moderno, Alan Lee e John Howe.
L’evento è il momento finale di un corso dal 19 al 30 novembre di illustrazione realizzato con Alan Lee, John Howe e Andrea Alemanno.
Alan Lee John Howe sono due artisti di fama internazionale e sono gli illustratori storici delle opere di J. R. R. Tolkien, con immagini che a partire dagli anni Novanta hanno contribuito a creare l’immaginario della Terra di Mezzo e sono state un riferimento fondamentale per la realizzazione delle ambientazioni delle trilogie de Il Signore degli Anelli e de Lo Hobbit di Peter Jackson. Infatti i due maestri sono stati anche chiamati per elaborare il concept design dei film e Alan Lee ha vinto nel 2004 l’Oscar per le scenografie del film Il Signore degli Anelli – Il Ritorno del Re.
Alan Lee, classe 1947, si è fatto notare negli anni Settanta con le illustrazioni di libri fantasy come Fate, The Mabinogion, Castles, Merlin Dreams e Black Ships Before Troy: The Story of the Illiad, prima di approdare al mondo di Tolkien, fino all’ultimissimo La caduta di Gondolin. Tra i suoi altri lavori ricordiamo le scenografie di Legend di Ridley Scott, di Erik il Vichingo di Terry Jones e di Merlino.
John Howe, canadese di Vancouver, classe 1957, ha iniziato a lavorare negli anni Ottanta ai calendari tolkeniani, raggiungendo la notorietà internazionale con le sue illustrazioni per Storia della Terra di Mezzo, una serie in dodici volumi che contiene e analizza molti degli scritti inediti di Tolkien raccolti dal figlio Christopher. Anche lui ha collaborato con Peter Jackson, tra i suoi altri lavori ricordiamo le tavole per Beowulf , le illustrazioni per il film Le cronache di Narnia: il leone la strega e l’armadio e per la linea di carte Magic: The Gathering cards.
L’incontro del 28 ricostruirà tutto il percorso dei due maestri. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, occorre prenotarsi all’indirizzo:  www.mimasterillustrazione.com

L’edizione 2018 del Pisa Book Festival

8 novembre 2018

pisa_book_festival_2018_1bis

Torna per l’edizione 2018 il Pisa Book Festival, nato nell’ormai lontano 2003 e diventato uno degli appuntamenti più attesi per l’editoria indipendenti, portando ogni anno in autunno all’ombra della celebre torre pendente editori, scrittori, traduttori, illustratori e artisti italiani e stranieri. La sede è il prestigioso Palazzo dei Congressi.
Un festival cresciuto nel corso degli anni: nel 2003 gli editori partecipanti erano solo 56, l’anno scorso erano 162, attivi nei settori più disparati, saggistica, narrativa, fumetti. Del resto il festival rappresenta un modo unico per farsi conoscere e creare sinergie, ma il grande protagonista è il pubblico, che può incontrare i suoi autori e autrici preferiti.
Accanto allo spazio commerciale, il Pisa Book Festival ospita ogni anno più di duecento eventi, tra presentazioni, incontri con gli scrittori, convegni, laboratori di scrittura, seminari per professionisti, spettacoli, reading. Tutto è organizzato secondo vari filoni, come le anteprime degli editori, il focus del Paese ospite, gli autori del Repubblica Caffè, lo spazio Junior, la sezione Made in Tuscany. Quest’anno si aggiungono la rubrica  Alla ricerca del canone perduto, curata dallo scrittore Luca Ricci, la sezione Scienza e Fantascienza, il focus sulla poesia e il Chinese Corner.
Il Paese ospite quest’anno è la Spagna, luogo vicino ma diverso dall’Italia per cultura e lingua, per un programma che si preannuncia intenso. Tra gli ospiti si segnalano i nomi di Rosa Montero, Ester Garcìa, Lorenzo Silva, Massimo Polidoro, Roberto Cotroneo, Teresa Ciabatti, Tiziano Scarpa, Francesco Barbi, Giulio Giorello, Marco Malvaldi, Vanni Santoni, Serena Venditto.
Venerdì ingresso gratuito per tutti, sabato e domenica per i minori di 18 anni mentre gli altri pagano sei euro. Per il programma completo visitare il sito ufficiale.

:: Dal 2 al 4 novembre a Chiari torna la XVI Rassegna della Microeditoria a cura di Viviana Filippini

31 ottobre 2018

microeditoria_logoInventare il futuro, il digitale, la cultura locale, i viaggi e il fare editoria oggi tra innovazione e tradizione sono alcuni degli spunti che caratterizzeranno la XVI edizione della Rassegna della Microeditoria, kermesse dedicata alla piccola editoria indipendente che tornerà a Chiari (Brescia) dal 2 al 4 novembre. Set del tutto la storica cornice Liberty di Villa Mazzotti con protagonisti libri e parole digitali. Saranno 85 in totale i piccoli e medi editori provenienti da ogni zona d’ Italia presenti alla tre giorni dedicata ai libri. Accanto agli espositori più di 80 eventi tra laboratori, incontri con autori, letture animate e convegni dedicati al mondo della lettura. Ad aprire la sedicesima edizione, venerdì 2, alle 20.30, ci sarà Bianca Pitzorno, una delle più amate autrici di libri per bambini, che in questa occasione presenterà “Il sogno di una macchina da cucire”, un romanzo per adulti. Domenica 3, nel pomeriggio toccherà a Toni Capuozzo e Mauro Corona e tanto altro ancora che troverete in dettaglio sul sito: http://www.microeditoria.it. Ecco qualche dritta su alcune curiosità che potrete trovare in questo 2018: ci saranno le Edizioni Le Assassine, che pubblicano solo libri di donne, la FaLvision, editore pugliese di libri in braille. Non mancherà il ritorno dell’arte tipografica con Pulcinoelefante, Disegnograve, Il Buon Tempo, Enrico Damiani e Rottecontrarie. Saranno presenti editori per audiolibri come Voce in capitolo e tanti editori di qualità per i bambini, che puntano a valorizzare la storia locale o precisi generi letterari (fantasy, letteratura straniera, poesia, ecc.). Presenti anche gli editori Marcos y Marcos e Altreconomia. La rassegna della Microeditoria è organizzata dall’associazione culturale L’Impronta, con la collaborazione del Comune di Chiari e della Fondazione Cogeme Onlus, con il patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Brescia e dalla Consigliera di Parità della Provincia di Brescia, sotto l’auspicio del Centro per la promozione della lettura. Alla Microeditoria ci sarà inoltre il primo incontro tra il presidente di ADEI (la neonata Associazione degli Editori Indipendenti) Marco Zapparoli, fondatore della casa editrice Marcos y Marcos, con il sottosegretario all’editoria Vito Crimi. La Rassegna della Microeditoria è sostenuta da: Vivigas; Fondazione Cogeme onlus; Chiariservizi; Farco; Itas Piccolo Valerani Assicurazioni Chiari; Valledoro; Cattolica Assicurazioni. Ingresso libero a tutti gli eventi.

La Microeditoria che non si esaurirà il 4 di novembre perché il 18 novembre a Orzinuovi ci sarà una rassegna dedicata agli editori indipendenti del fumetto.

Rassegna della Microeditoria dal 2 al 4 novembre
Villa Mazzotti, in viale Mazzini 39, Chiari (Brescia)
Venerdì 2 dalle 20.30
Sabato 3 e domenica 4 novembre dalle 10 alle 20
Ingresso libero
• info@rassegnamicroeditoria.it • + 39 339 6073551

Lucca Comics and Games 2018, la cultura della fantasia in tutte le sue forme a cura di Elena Romanello

24 ottobre 2018

hgjcw_t

Ormai è iniziato il conto alla rovescia è iniziato: dal 31 ottobre al 4 novembre torna Lucca Comics and Games, una delle più importanti fiere dedicate al fumetto e alla cultura nerd a livello europeo e mondiale e la più importante italiana.
Come capita ormai dal 2006 (prima la kermesse si svolgeva nel Palazzetto dello Sport in una zona periferica, ormai troppo piccolo per le esigenze di un fandom in crescita) il centro storico dentro le mura della città medievale toscana si animerà di case editrici, fumetterie, disegnatori, scrittori, cosplayer, bancarelle dell’usato, gadget, artigianato e tanto altro ancora, per una festa condivisa e amata da tutta la cittadinanza.
Come sempre, il programma è denso e citare tutto è impossibile, ma ecco alcuni punti fermi interessanti da tener d’occhio.
Torna nello spazio Carducci l’editoria libraria in tema fantastico, con nomi sia grossi che indipendenti, con novità e autori, per parlare dei successi degli ultimi anni ma anche per scoprire nuove voci e storie. Tra gli altri si segnala la presenza di Mondadori, Fanucci, Runa edizioni, Plesio, Rizzoli. E’ confermata la presenza dei principali editori di graphic novel, come Beccogiallo e le sue opere di graphic journalism, Bao con le sue proposte tra realtà e fantasia, Magic Press, Coconino, Bonelli, e due spazi a parte in due diverse piazze cittadine, uno per Panini Comics e l’altro per Star Comics, a raccontare due realtà che hanno cresciuto varie generazioni attraverso varie linee editoriali, come per esempio Kappalab, che da anni propone libri ispirati alla cultura dei manga e degli anime.
Confermato lo spazio della Japan Town, per gli amanti di manga, anime e cultura nipponica, con tante iniziative, incentrate in particolare sul quarantennale di Goldrake, ma anche sulla presenza a Lucca di Leiji Matsumoto, autore di Capitan Harlock, a cui verrà dedicata una mostra.
Tantissimi gli ospiti, provenienti dal mondo dei fumetti, del doppiaggio, del cinema, della letteratura. Tra i tanti, alcuni ormai fissi all’evento, spiccano per quello che riguarda la narrativa Pierdomenico Baccalario, Paolo Barbieri che presenta il suo nuovo art book sugli Unicorni per Lo Scarabeo, Barbara Cantini con la sua Mortina, Edoardo Stopacciaro, doppiatore e con il nuovo libro della sua saga fantasy in anteprima per La Corte editore, l’illustratore di romanzi fantasy Ciruelo, Alessia Mainardi con la nuova edizione della serie di Avelion, Benjamin Lacombe che avrà una mostra dedicata alle sue tavole con cui ha illustrato copertine e fiabe, Michael J. Sullivan ospite con i suoi fantasy dello stand Armenia, Licia Troisi con l’ultimo romanzo della Saga del Dominio e ovviamente l’attesissima Robin Hobb, uno dei nomi di punta dell’attuale narrativa fantastica, grazie alla Serie dei Lungavista.
Tra gli altri ospiti, si spazia da fumettisti del calibro di Zerocalcare, Mirka Andolfo, Arthur e Neal Adams, Vittorio Giardino, Trevor Hairsine, Leo Ortolani a personalità dello spettacolo come i registi Ruggero Deodato e Paolo Virzì, l’interprete della serie cult Buffy the vampire slayer Nicholas Brendon, il pilota di Formula uno Jean Alesi, il doppiatore di Capitan Harlock Gianni Giuliano, i musicisti Enzo Draghi e Lacuna Coil, e altri ancora che si aggiungeranno.
Per ulteriori informazioni, soprattutto quelle pratiche sull’accesso alla fiera e sui vari eventi, visitare il sito ufficiale della manifestazione.

L’edizione autunnale di Romics

5 ottobre 2018

conferenza_stampa_0

Dal 4 al 7 ottobre torna Romics, la fiera di Roma dedicata a fumetti e cultura nerd, giunta alla ventiquattresima edizione nello spazio della fiera di Roma, e già distintasi in giro per il manifesto con una splendida immagine di uno degli ospiti d’onore, l’illustratore Paolo Barbieri.
Il programma è denso di ospiti e i padiglioni dello spazio fieristico ospiteranno tutto quello che fa parte del mondo dell’immaginario, stand, incontri, cosplayer, editori, autori, gadget, libri e fumetti tra novità e collezionismo, workshop.
Nelle tante proposte di quattro giorni che si annunciano come interessanti si segnalano l’opera di Charlotte Gastaut, illustratrice e fumettista attenta al mondo della moda, il tributo a Marco Gervasio, illustratore Disney, il poliedrico Chris Warner, attivo tra  Marvel, DC Comics, WildStorm e Dark Horse Comics, gli approfondimenti sui trent’anni della Pixar, l’esperienza in Giappone di Igort.
I fumetti saranno declinati anche in modo insolito, parlando per esempio di Graphic Journalism, storie a vignette sulle problematiche di oggi e di ieri, con approfondimenti sul Sessantotto e sul centenario della Grande Guerra, senza dimenticare riflessioni sul fumetto oggi, tra mercato e Street Art.
Chi legge fumetti legge anche libri, e tra gli autori ospiti si segnalano Simonetta Agnello Hornby, Matteo Strukul, Marcello Simoni e Romano De Marco: si segnala uno spazio sulla letteratura per ragazzi e varie sinergie con il mondo delle biblioteche e delle librerie.
Per quello che riguarda le mostre si segnalano il tributo a Diabolik di Sergio Zaniboni, i 25 anni della Scuola Romana di Fumetti, le celebrazioni dei compleanni di Evangelion e Utena e  Sogni e incubi del grande cinema di genere: fantascienza, fantasy e horror.
Nelle conferenze si parlerà tra l’altro di come sono cambiati fumetti, musica e costumi con Stefano Casini, autore de Gli anni migliori, delle novità della casa editrice Shockdom, del già citato Diabolik, dei maestri italiani del giallo tra storico e contemporaneo, delle biografie  a fumetti di grandi artisti, dell’illustrazione con Paolo Barbieri, di edicole e librerie, della graphic novel Salvezza di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso sulla nave Aquarius.
Non mancano  la gara cosplay, con il Romics Cosplay Award, con le selezioni internazionali per le grandi gare mondiali del World Cosplay Summit di Nagoya (Giappone) e la Yamato Cosplay Cup International di San Paolo (Brasile) e il Movie Village sul cinema di genere, con le novità dei prossimi mesi, da Venom Animali fantastici: i Crimini di Grindewald.
Il programma completo, con anche gli eventi Off in giro per Roma, è disponibile nel sito ufficiale della manifestazione Romics.