Posts Tagged ‘Pendragon’

:: Drammi quotidiani, di Paolo Panzacchi (Pendragon 2018) a cura di Federica Belleri

6 giugno 2018

drammi quotidianiAvete presente le gag di Aldo, Giovanni e Giacomo? E Camera Cafè? O Giuseppe Giacobazzi?
Ecco, mescolatele. Aprite il libro di Paolo Panzacchi e lo scoprirete. Vivrete la quotidianità di Francesco Garelli, pubblicitario, e della sua famiglia. Lo stress di ogni giorno, il tempo che è sempre troppo poco, il disordine e lo stipendio risicato. I risvegli del lunedì e i panni da stendere. Il complicato equilibrio tra carriera e coppia. L’invadenza dei suoceri e molto altro.
Questa è una storia per chiunque si senta stretto e costretto, per chi ha voglia di perdersi nei ricordi e di lasciarsi andare alla malinconia. Si ride, certo. E si sorride parecchio, ma nulla viene tolto alle descrizioni dei nostri anni, all’amore trascurato e ai difficili progetti da realizzare.
Le scelte si pagano, è inevitabile. La nostalgia prevale, la voglia di prendere un’iniziativa anche solo una, è devastante.
E allora si decide, si cambia, ci si rinnova. Ci si libera dalle convenzioni e via, un tuffo nel blu. O no?
Una lettura che apre spunti per interessanti riflessioni.
Assolutamente consigliato.

Source: omaggio dell’autore.

:: Kamasutra Kevin, di Alessandro Berselli (Pendragon, 2016) a cura di Federica Belleri

13 giugno 2016
Cover berselli stampa:Layout 1

Clicca sulla cover per l’acquisto

Kevin ha diciassette anni, l’apparecchio ai denti e nessun gusto nel vestire. Ama leggere ma non rielabora tutte le informazioni, che il suo cervello butta fuori al momento meno opportuno. Davanti alle ragazze ad esempio, con evidente imbarazzo. È strano Kevin e soprattutto non ha mai fatto sesso, se non da solo. È cresciuto con un padre quasi sempre assente e una madre troppo superficiale. Vorrebbe essere un adolescente normale, ma non ci riesce. Già ma, che cos’ è la normalità?  Vestirsi tutti allo stesso modo e partecipare a feste fichissime? Possedere un cellulare di ultima generazione e non riuscire poi a comunicare occhi negli occhi? Considerare un coetaneo solo in base ai “like” ricevuti su facebook? Bere, utilizzare allucinogeni e sballarsi per divertirsi non ricordando assolutamente nulla?
Alessandro Berselli ci presenta Kevin Costetti, in balia della sua vita di adolescente sfigato. Un ragazzo che vorrebbe solo una famiglia normale, con la quale poter cenare la sera. Un giovane bisognoso d’affetto, senza una strada sicura da percorrere. Kevin, che trattiene la rabbia, trasformandola con preciso sarcasmo ma nel luogo sbagliato. Kevin che provoca, per soffrire meno. Kevin che tenta di galleggiare, senza essere visto. Kamasutra Kevin. Una possibilità, per il protagonista, di avere un’alternativa. Una crescita forzata tra sentimenti e sconfitte dolorose. Un dialogo con se stessi e Dio, il vecchio barbogio.
Scrittura pulita, essenziale, ma non ridotta. Nessuna sfumatura. Tutto è chiaro e comprensibile. Ironia e riflessioni perfettamente mixate. Davvero ottimo. Buona lettura.

Alessandro Berselli Umorista, scrittore e docente di tecniche della narrazione, Alessandro Berselli inizia la sua attività negli anni Novanta, collaborando con la rivista «Comix», «L’apodittico» e il sito di satira on line «Giuda», partecipando anche al Maurizio Costanzo show. Dal 2003 inizia una carriera parallela come romanziere noir.  Oltre alle raccolte di racconti Storie d’amore di morte e di follia (Arpanet, 2005) e Anni zero (Arpanet, 2012), pubblica i romanzi Io non sono come voi (Pendragon, 2007), Cattivo (Perdisa Pop, 2009), Non fare la cosa giusta (Perdisa Pop, 2010), Il metodo Crudele (Pendragon 2013), Anche le scimmie cadono dagli alberi (Piemme, 2014), Kamasutra Kevin (Pendragon 2016).

Source: proprietà del recensore.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.