Archive for the ‘Anniversari’ Category

10°Anniversario su WordPress

27 novembre 2021

Oggi, dieci anni fa, approdammo su WordPress! Dopo quattordici anni online una bella soddisfazione! Grazie del sostegno che ci avete dato in tutti questi anni, abbiamo sacrificato famiglia, tempo libero, riposo per creare questa bella comunità coesa di amanti dei libri e della lettura. Speriamo di avervi tenuto compagnia, e anche di esserci stati nei momenti difficili. I libri sono davvero degli amici non dimentichiamolo mai. Grazie ancora a tutti!

1 milione di visualizzazioni!

10 novembre 2021

Festa grande su Liberi di scrivere! Abbiamo raggiunto il milione di visualizzazioni.

Grazie a tutti!

:: Mi manca il Novecento – Viaggio nell’introspezione di Adriano – a cura di Nicola Vacca

26 ottobre 2021

La lingua francese ha nella scrittrice Marguerite Yourcenar una grande voce. Nota al grande pubblico per il romanzo Memorie di Adriano, la scrittrice nella sua intera opera (romanzi, poesie, saggi, opere teatrali) ricostruisce l’animo umano attraverso i personaggi della Storia ma anche tramite i suoi fatti che ne hanno condizionato l’evoluzione.

La Yourcenar, nata a Bruxelles nel 1903 e morta negli Stati Uniti nel 1987, oggi è diventata un classico del nostro Novecento. Paradossalmente una scrittrice necessaria di cui si parla poco e niente.

Nel 1951 la scrittrice pubblica Memorie di Adriano, il romanzo con cui si fece conoscere al grande pubblico.

A settant’anni dalla sua uscita, questo grande libro può considerarsi un classico contemporaneo.

Memorie di Adriano contiene tutte le idee e le intuizioni della sua poetica. Il libro è considerato il capolavoro della Yourcenar. È allo stesso tempo romanzo, saggio storico, opera poetica e soprattutto biografia. La storia è costruita come una lunga lettera che l’imperatore Adriano ormai vecchio, scrive al nipote Marco, come pretesto per ripensare alla sua vita di uomo e alla sua opera di politico.

Afflitto dall’idropisia che ormai lo sta portando alla morte, Adriano ripercorre le tappe del passato, rivivendone i momenti più incisivi, e in questa lettera sentiamo lo sfogo di un uomo che non ha più l’energia per applicarsi a lungo agli affari dello Stato; la meditazione scritta di un malato che dà udienza ai ricordi. I fatti sono illuminati dalla saggezza che viene dall’età, dall’esperienza e anche dalla condizione di malato prossimo a morire, e Adriano appare come il simbolo di ogni vita vissuta con nobili intendimenti e con attenta ricerca della felicità, di ogni vita che accetta l’impegno e il sacrificio pur di non trascorrere inutilmente.

L’imperatore morente sceglie la via analitica dell’introspezione per raccontare attraverso la memoria la propria vita.

In prima persona Adriano si lancia in un monologo intenso in cui la sua vita si intreccia con la storia dell’impero romano.

Le parole dell’imperatore non sono mai mute, nel loro pronunciamento riecheggia l’eternità e tuttala grandezza di una civiltà che è stata capace di costruire e donare bellezza.

Attraverso il flusso di coscienza di Adriano arrivano fino a noi tutte le emozioni e la poesia della scrittura di Marguerite Yourcenar.

Basterebbero le pagine straordinarie di questo romanzo per rendersi conto che Marguerite Yourcenar è una scrittrice accarezzata dalla grazia. In stato di grazia la sua scrittura è sospesa tra passato e presente, ma sempre attenta alla memoria e alla cura di quel passato che molto ha da insegnare al presente inquieto.

«Se ho voluto scrivere queste memorie di Adriano in prima persona è per fare a meno di qualsiasi intermediario, compresa me stessa. Adriano era in grado di parlare della sua vita in modo più fermo, più sottile di come avrei fatto io».

Come il suo Adriano, di racconto in racconto, anche lei è entrata nella morte «a occhi aperti» e a noi restano le sue pagine immortali, come grande viaggio nello scibile umano che non possiamo ignorare, né dimenticare.

Nasceva oggi: Italo Calvino

15 ottobre 2021

Italo Calvino (Santiago de Las Vegas de La Habana, 15 ottobre 1923 – Siena, 19 settembre 1985)

:: Nasceva oggi: Graham Greene

2 ottobre 2021

Nasceva oggi a Berkhamsted, Regno Unito, il 2 Ottobre 1904, Graham Greene.

:: Il Piccolo Principe diventa… Topo Principe!

24 settembre 2021

Disney Libri – Giunti Editore presenta una novità da collezione, in vendita dal 29 settembre: Il TopoPrincipe, la prima parodia a fumetti Disney del Piccolo Principe, accompagnata da un prologo illustrato, anch’esso inedito, in arrivo a 75 anni dalla prima edizione europea del romanzo. Un progetto tutto italiano, pronto a spiccare il volo per il resto del mondo.

E noi di Liberi non ce lo siamo fatto scappare e gli abbiamo dato un’occhiata in anteprima. Giusto una sbirciatina per non anticiparvi troppo. Ed è bellissimo. Un libro a fumetti coloratissimo, con i colori caldi del deserto dal giallo, all’ocra, al marrone, al verde con Topolino protagonista in compagnia di Pluto aviatore. E c’è un bambino, il piccolo principe… della sua mamma. Insomma tutti i bambini (di qualsiasi età) che lo leggeranno saranno i protagonisti.

Ma vediamo chi sono gli autori:

Testi di Augusto Macchetto
Progetto grafico e direzione artistica di Emanuela Fecchio
Coordinamento editoriale di Susanna Carboni
Copertina: disegno di Giada Perissinotto, colore di Andrea Cagol
Hanno collaborato: Mattia Surroz, IF IdeaPartners – Milano

La storia del Piccolo Principe molti di voi già la conoscono, ma parodiata a fumetti con allegria e divertimento (scommetto che si sono divertiti anche gli autori) è tutta un’altra cosa.

Vorrei pubblicare qualche tavola, ma non credo possa farlo per cui dovete fidarvi di me. Sarà poi disponibile sia in cartaceo, che in ebook, io per ora ho potuto visionare il pdf. Ma lo prenderò per collezionarlo. E dunque buona lettura!

E invece… ho avuto l’autorizzazione a pubblicare qualche tavola, guardate da voi quanto sono belle:

Disney Libri – Giunti Editore
Disney Libri – Giunti Editore
Disney Libri – Giunti Editore

:: Centenario della nascita di Stanislaw Lem (1921 – 2006)

25 agosto 2021

Lo scrittore polacco Stanislaw Lem, l’autore di “Solaris” reso celebre dalla trasposizione cinematografica di Tarkovskij (ma esistono anche un precedente e piuttosto misconosciuto sceneggiato sovietico del 1968, e il film omonimo del regista statunitense Steven Soderbergh), nacque il 12 settembre 1921 e quest’anno cade il centenario, per celebrarlo dedicherò tutto il mese di settembre a questo autore che se vogliamo ha fatto la storia della fantascienza, con diverse iniziative sul blog: innanzitutto un articolo di Michele Tetro sul libro Solaris edito nel 1961, poi sempre parlando di Solaris ma delle trasposizioni cinematografiche uscirà un contributo sempre di Michele Tetro e di Paolo Cavazza. Inoltre Davide Mana scriverà un articolo su Ritorno dall’universo, traduzione dal polacco di Pier Francesco Poli, titolo originale: Powrót z Gwiazd a cura di Francesco M. Cataluccio che uscirà per Sellerio i primi giorni di settembre. Infine Emilio Patavini recensirà “Universi” di Stanislaw Lem (in uscita il 14 settembre per Mondadori). Questi sono per ora gli interventi programmati ma mi riserverò di scrivere un breve profilo sull’autore e di pubblicare qualche altro contributo che giungerà in redazione. Buona lettura!

:: I 100 anni di Frédéric Dard

29 giugno 2021

Il 29 luglio del 1921 nasceva a Bourgoin-Jallieu (Isère) Frédéric Dard, per i più il padre di Sanantonio, con cui firmava una delle serie di poliziesco umoristico (altamente politicamente scorrette) più amate in Francia, ma non solo. E Dard non scrisse solo Santantonio ma innumerevoli romanzi, dal noir alla spystory, che lo fecero gareggiare per prolificità forse solo con Simenon, tra l’altro suo grande amico. In questi anni c’è una vivace riscoperta delle opere di Dard (soprattutto quelle slegate al ciclo sanatoniano) e il suo centesimo anniversario dalla nascita cade proprio in questo clima di revival. Anche in Italia Rizzoli ha ripreso da qualche anno a pubblicare i suoi romanzi (fino adesso Gli scellerati, Il Montacarichi, I bastardi vanno all’inferno, tutti recensiti su questo blog) e in Francia in questi giorni ci sono grandi celebrazioni. Per quanto accostato a Simenon, Dard resta un autore originale e particolare con stile e tematiche sue proprie. È difficile stabilire il numero esatto dei romanzi che ha scritto, perché dispersi in tanti pseudonimi diversi di cui forse anche lui si era dimenticato l’esistenza, non è avventato pensare che nei prossimi anni si possano riscoprire anche sue opere perdute. Dard scriveva narrativa popolare, ma questo non l’ha mai fermato dallo sperimentare e dall’inventarsi una lingua (come fece brillantemente con Sanantonio). Insomma piaceva sia al lettore colto e sofisticato che al lettore con meno pretese, perché sapeva stupire, divertire e incantare con la sua bravura. Resta un autore interessante e capace di attraversare le generazioni senza perdere né in smalto né in modernità. Buon compleanno Dard!

:: Grazie ai lettori di Liberi di Scrivere!

16 Maggio 2021

Grazie ai lettori che ci sostengono con piccole donazioni!

Grazie ai lettori che comprano i loro libri tramite i link di affiliazione del blog!

Grazie agli editori che ci mandano copie saggio dei loro libri!

Tutto il ricavato viene usato per le spese di gestione del blog (dominio e account annuale che permette non compaiano le pubblicità di WordPress e ci consente un maggiore spazio di archiviazione rispetto all’opzione free). Per comprare libri e per le spese di spedizione e le buste quando invio direttamente libri ai collaboratori. Il rimanente va in beneficienza.

Non riceviamo sovvenzioni nè pubbliche nè private, nè esistono tariffe per gli articoli, tutto si basa sul lavoro volontario dei collaboratori che ormai dal 2007 dedicano parte del loro tempo perchè Liberi di scrivere continui a esistere.

Grazie! dunque a tutti voi che ci aiutate concretamente a rientrare con le spese ed ad andare avanti mantenendo la nostra indipendenza. Inoltre siamo felici che apprezziate il nostro lavoro e questo ci incoraggia e ci stimola a fare sempre meglio.

:: Happy birthday to me!

24 marzo 2021

E così oggi è il mio compleanno, compio 52 anni che non sono tantissimi ma neppure pochi. Ho molte rughe in più, uno sproposito di primi capelli bianchi e tanti libri ancora da leggere. Lo so è il secondo anno di pandemia, è tutto irreale, non possiamo festeggiare in giardino come gli anni scorsi essendo in zona rossa, onde evitare che le volanti della polizia arrivino a casa, (scherzo! è più che altro per senso di responsabilità) ma sarà un bel compleanno lo stesso. Io adoro i compleanni! sono giorni speciali, quasi magici. Andrò a comprare i pasticcini, non faremo una vera e propria torta, ma ho il vino, e forse apriremo anche lo spumante, rigorosamente d’Asti. Io sto bene, la mia famiglia sta bene e questo è l’importante. Per un giorno voglio essere felice!

Dunque, Happy birthday to me!

:: Nasceva oggi: James Joyce

2 febbraio 2021

Nasceva oggi a Dublino, il 2 febbraio 1882, James Joyce.

:: Nasceva oggi: Virginia Woolf

25 gennaio 2021

Nasceva oggi a Londra, il 25 gennaio 1882, Virginia Woolf.