Posts Tagged ‘Un coleottero dei funghi’

:: Memorie dal sottobosco. Un coleottero dei funghi (Exorma Edizioni, 2021) di Tommaso Lisa, a cura di Natalina Saporito

15 febbraio 2021

Ad un occhio furtivo e poco attento, Memorie dal sottobosco di Tommaso Lisa, Éxòrma editore, potrebbe sembrare il manifesto di una contemplazione irrazionale verso il Diaperis boleti, un insetto appartenente alla famiglia dei Tenebrionidi dell’ordine dei Coleotteri. E in vero l’autore, dottore di ricerca in Lettere, entomologo per passione, con perizia e dovizia di particolari, ci restituisce non solo la carta di identità di questo esemplare (e altri dello stesso ordine) che trova domicilio nei funghi ma il suo intero ciclo di vita. Tuttavia l’opera è molto di più. In primis è un viaggio nel tempo, nel nostro e in quello dell’autore. Lisa ci racconta come nasce l’amore, allo sguardo dei più, insolito per questo insetto (il quale potrebbe, da qui a non molto, essere protagonista della dieta alimentare del mondo), consegnandoci frammenti di vita personale delle sue esperienze di figlio e padre. Memorie dal sottobosco però è anche un viaggio nello spazio, uno spazio chiuso come quello domestico e aperto come i luoghi delle colline fiorentine, in cui Lisa ci porta, facendoci sentire gli odori di un ecosistema a cui, nell’epoca del consumismo, siamo poco inclini, e in Ontario, attraverso la navigazione virtuale su Google maps, una realtà fissa e spopolata che sembra fatta solo per l’autore. Indossando lenti graduate però l’opera risulta l’espressione di un’esperienza più profonda, che dal microscopico trasfigura nel macroscopico, dal soggettivo all’oggettivo, facendoci cogliere la legge sottesa al mondo degli esseri viventi del nostro buon Charles Darwin e, con essa, la nostra vulnerabilità dinnanzi ad una pandemia, al riscaldamento globale, ad un’eclissi e qualsiasi altro fenomeno naturale di cui l’uomo può o no esserne la causa ma di sicuro parte integrante, natura stessa, come l’autore sottolinea. Non è necessario essere esperti di Entomologia o di Scienze naturali in generale per leggere e comprendere appieno il/i significato/i profondo/i di Memorie dal sottobosco, il linguaggio è chiaro, limpido, scorrevole e la straordinarietà di quest’opera è che, pur non essendo un manuale di Entomologia, si presta tanto anche alla consultazione e allo studio, fornendo risposte di carattere scientifico e non solo ma soprattutto instillando molteplici domande e curiosità.

Tommaso Lisa: è nato nel 1977 a Firenze, dove vive e lavora. Appassionato entomologo, nel 2001 ha pubblicato per l’associazione francese “r.a.r.e.” il catalogo ragionato sui Cicindelidi della regione del Mediterraneo. È dottore di ricerca in Lettere. I suoi studi di estetica si sono concentrati sulla “poetica dell’oggetto” del filosofo Luciano Anceschi, nella poesia italiana nella seconda metà del Novecento, da Montale alla nuova avanguardia. Ha scritto libri di critica letteraria su Edoardo Sanguineti e Valerio Magrelli.

Source: libro del recensore.