Posts Tagged ‘sponsored post’

:: La collana “I capolavori dell’arte” in edicola con il Corriere della Sera

20 agosto 2014

CAPOLAVORI ARTE CORSERA (1)-page-001L’Italia è uno scrigno d’arte a cielo aperto e sempre più spesso riceviamo notizie di quanto il patrimonio artistico che possediamo sia mal amministrato e poco tutelato, ben vengano dunque le iniziative come questa del Corriere della Sera che grazie alla Collana I capolavori dell’ arte porterà in edicola, dal prossimo 28 agosto e per i giovedì successivi, 35 monografie curate e introdotte dallo storico e critico dell’arte Philippe Daverio, tese a farci conoscere i capolavori del patrimonio artistico non solo italiano e le vite dei grandi maestri che nei secoli le hanno prodotte.
Ogni volume di facile consultazione, dalle dimensioni di 19×23 cm, conterrà i dettagli di un’opera famosa, oltre a fornire un approfondito profilo dell’artista raccontandone la sua vita, i suoi quadri e gli scritti. Tutte le monografie sono impreziosite dai contributi dei più celebri scrittori, pittori e storici, da Giulio Carlo Argan ed Ernst Gombrich a Roberto Longhi, Carlo Levi e Bernard Berenson.
La bellezza salverà il mondo? Io penso di sì e non solo in un senso spirituale, ma anche economico, se esistesse un Ministero dei Beni Culturali efficiente teso realmente a valorizzare il patrimonio artistico Italiano, grazie anche a donazioni private o ai beni sottratti alle mafie, e a impedire che i turisti trovino musei chiusi o non agibili, opere artistiche danneggiate, sistemi di sicurezza obsoleti e superati, sono sicura che i benefici per il turismo e per l’occupazione sarebbero più che considerevoli, una strada per uscire dalla crisi. Non farlo più che sintomo di stupidità, è un atto decisamente criminale.
La prima uscita sarà dedicata a Botticelli, opera analizzata la “Nascita di Venere”. Le seguenti uscite saranno dedicate a: Caravaggio e il suo “Canestra di frutta”, Renoir e il suo “Ballo al Moulin de la Galette”, Michelangelo e il “Tondo Doni”, Van Gogh con i suoi “Girasoli”, Vermeer con “La merlattaia”, Klimt e “Le tre età”, Piero della Francesca con la “Sacra Conversazione” e poi Leonardo, Gauguin, Monet, Tiziano, Canaletto, Raffaello, Manet, Bosch, Degas, Giotto, Delacroix, Vélasquez, Schiele, Tiepolo, Goya, Beato Angelico, Rembrandt, Duccio di Buoninsegna, Cezanne, Van Eyck, Masaccio, Ingres, De La Tour, Dürer, Rubens, El Greco, Poussin.
Il primo volume sarà venduto al prezzo lancio di 1 Euro + il prezzo del Corriere. Dal secondo in poi, il costo sarà di 5,90 Euro + il prezzo del Corriere. E’ comunque già possibile prenotare l’intera collezione al prezzo di 201,60 Euro o comprare in seguito i singoli libri sullo Store online del Corriere della Sera a questo link: http://goo.gl/tRm2Xp.

:: La collana “Lettere D’amore” in edicola con il Corriere della Sera

14 luglio 2014

nerudaPensate sia facile parlare d’amore?
Bene non lo è, tanto meno scriverne. Lo sanno bene tutti coloro che hanno affidato almeno una volta nella vita i loro più intimi pensieri, le più intime sfumature del loro animo ad una lettera indirizzata all’amata o all’amato. Direte voi oggi non si sua più, l’era di internet, dei social network, dei telefonini ha tolto un po’ di poesia e un po’ di romanticismo anche alle comunicazioni d’amore. Non più l’attesa, le camminate nella neve per cercare una buca delle lettere, la paura che la missiva fosse intercettata.
Ma nell’Ottocento e nel Novecento le lettere d’amore erano ancora il canale privilegiato di comunicazione tra mariti e mogli, fidanzati, amanti. Ci sono lettere d’amore bellissime, penso solo a quelle dei miei nonni che si scambiarono negli anni Venti, e leggerle pur violando in un certo senso un po’ l’intimità di chi le ha scritte, è un’esperienza che arricchisce, ci fa conoscere meglio persone così diverse da noi, magari famose, che la storia ha immortalato per il proprio genio, il proprio coraggio, la propria passione politica.
Conoscere Neruda innamorato, o Einstein, o Kafka o Frida Kalho o molti altri grandi del passato è ciò che avremo il privilegio di fare grazie alla nuova collana di libri “Lettere d’amore”, in edicola con il Corriere della Sera a partire da martedì 15 luglio, ogni volume al costo lancio di € 6,90 + il costo del quotidiano. In tutto venti volumi, che ogni martedì ci daranno appuntamento in edicola, ma per chi volesse o l’intera collezione a un prezzo scontato o acquistare i volumi direttamente nello Store on line a questo link potrà vedere anche l’intero piano dell’opera: http://goo.gl/0VbfT3
Lettere d’amore ad Albertina Rosa di Pablo Neruda, il 15 luglio inaugurerà l’iniziativa. Un amore giovanile del grande poeta cileno, che risale al 1921 quando Pablo e Albertina si trasferirono a Santiago del Cile per frequentare i corsi dell’Università. Un segreto svelato dalla stessa Albertina Rosa Azócar Soto che ha aiutato a fare luce sulle origini delle più celebri poesie d’amore di Neruda.
Seguirà “Da qualche parte nel profondo” di Rainer Maria Rilke e Lou Andreas Salomé epistolario sofferto e tormentato tra il poeta e drammaturgo austriaco e Lou Andreas Salomé, scrittrice e saggista tedesca di origine russa amica di Nietzsche. Terza uscita “Quel viaggio chiamato amore, lettere 1916-18” di Sibilla Aleramo e Dino Campana, volume che vi consiglio di non perdere perché forse di tutta questa collezione è quello a me più caro.

:: La Biblioteca di Papa Francesco in edicola con il Corriere della Sera

7 maggio 2014

papa_15_flatSempre durante l’intervista ho voluto tentare di comprendere meglio quali siano i principali riferimenti artistici e letterari di Papa Francesco. Da quel momento si è andata costruendo una sorta di lista, l’elenco dei libri di quella che da subito ho chiamato nella mia mente «La biblioteca di Papa Francesco». Seguendo nell’intervista i nomi dei suoi scrittori preferiti, e così degli artisti, registi, musicisti e direttori d’orchestra, ho compreso che non si formava un elenco di puro gusto estetico, ma si andava definendo un vero e proprio territorio di esperienza umana. Le sue letture erano legate a visioni della realtà, alla sua stessa comprensione del mondo. Mi sono presto reso conto di essere assorbito dai suoi riferimenti, e di avere il desiderio di entrare nella sua vita passando anche per la porta delle sue scelte artistiche.

 Presentazione di P. Antonio Spadaro SJ

Se è vero il detto che siamo quello che mangiamo, è ancora più vero che siamo quello che leggiamo. Dalle letture di un uomo si imparano cose che spesso rimangono nascoste, si impara a vedere la sua essenza più vera. E questo deve aver pensato P. Antonio Spadaro, gesuita, direttore della rivista La Civiltà Cattolica, quando ha stilato la lista dei libri preferiti di Jorge Mario Bergoglio, 20 testi che ora compongono la collana del Corriere della Sera “La Biblioteca di Papa Francesco” in edicola dall’ 8 maggio. Scommetto che un po’ curiosi siete di conoscerla, come in realtà lo sono stata anche io, e devo dire che la maggior parte di questi testi non li avevo mai sentiti nominare, e infatti molti sono stati tradotti per l’occasione per la prima volta in Italia, ma ci sono anche dei classici come i Promessi sposi o Memorie del sottosuolo, o addirittura l’Eneide di Virgilio. Naturalmente non possono mancare testi di spiritualità, ben due di Ignazio di Layola, fondatore dell’ordine a cui il Papa appartiene, e Sul sacerdozio di S. Agostino. Invece sorprende senz’altro L’altro, lo stesso di Jorge Luis Borges, e soprattutto le Odi di Friedrich Holderlin, come se i papi non leggessero poesia. Gli altri autori invece sono per me del tutto sconosciuti, un’occasione per scoprirli dunque e non è detto che non riservino delle sorprese, per giunta piacevoli. Ogni testo è preceduto da una prefazione illustre, scritta da persone che non solo conoscono l’opera ma il Papa stesso, per cui ogni testo è un piccolo ritratto che riflette legami di amicizia e di comunione. L’opera si compone di 20 uscite con libri cartonati (formato 12,5 x 19), sovraccoperta e segnalibro. Il primo volume, che sarà in edicola a partire dall’8 Maggio 2014 al prezzo di € 10,90 (anche in E-Book a partire da 4,99 € nei migliori store digitali e nell’App per l’IPad “Biblioteca del Corriere”), è “Tardi ti ho amato” della scrittrice irlandese Ethel Mannin con prefazione di Jorge Milia. La seconda uscita (15 Maggio) “Il padrone del mondo” di Robert Hugh Benson con prefazione di José Hernán Cibils, il 22 Maggio invece sarà in edicola “Memorie del sottosuolo” di Fëdor Dostoevskij con prefazione a cura di Jorge Milia. Minisito dedicato all’iniziativa con l’intero piano dell’opera: http://goo.gl/Yu3fzz

:: Segnalazione: “Grandangolo – I Grandi Filosofi del Corriere della Sera”

5 febbraio 2014

3D_grandangoloLa collana di saggistica, Grandangolo, del Corriere della Sera è in edicola. A partire da martedì 11 Febbraio, e per tutti i martedì successivi fino al 7 Ottobre, in allegato al Corriere della Sera saranno disponibili 35 volumi contenenti il cuore del pensiero Occidentale. Ogni volume, assolutamente inedito, (circa 160 pagine, brossura alettata 12,2cm  x 18,5cm, con introduzione curata da Armando Torno) sarà dedicato a un pensatore, filosofo, scienziato che con il suo lavoro ha contribuito allo sviluppo e all’evoluzione del mondo come lo conosciamo: dai grandi padri della filosofia come Socrate, Platone e Aristotele, ai pensatori cristiani come Sant’ Agostino e San Tommaso, per poi passare a Cartesio, Galileo, Newton. Non mancheranno i padri della psicanalisi Jung e Freud, per arrivare poi a Hegel, Marx, Kirkegaard, Nietzsche e infine a Popper, Sartre e Einstein e molti altri. Un’ opera divulgativa insomma di grande respiro, completa e di facile consultazione, che ha coinvolto professori e filosofi contemporanei, capaci di trasmettere con linguaggio semplice e immediato il loro sapere alle nuove generazioni e a tutti coloro che per studio o curiosità si avvicinano anche per la prima volta alla filosofia. Ogni testo è composto da una parte biografica, da una parte monografica, in cui è trattato il cuore del pensiero dei vari filosofi, arricchito dalle citazioni più celebri. Ricca anche la parte grafica e bibliografica alla quale si aggiungono le recensioni di alcuni dei massimi pensatori contemporanei. La prima uscita dedicata a Platone sarà venduta al prezzo lancio di € 1,00 + il costo del quotidiano. Dal secondo volume in poi il costo sarà di €5,90 + il prezzo del quotidiano. E’ comunque già possibile prenotare l’intera collezione al prezzo di 206 Euro o comprare in seguito i singoli libri a questo link: http://goo.gl/dxUMi4. Per chi preferisce il formato digitale,  i volumi saranno disponibili sui principali store e sull’app per iPad Biblioteca del Corriere ad un prezzo ancora più conveniente. Il primo ebook sarà venduto a partire da € 0,89; dalla seconda uscita in poi il prezzo sarà a partire da € 3,59.

:: Segnalazione: “I Gialli del Corriere della Sera”

7 febbraio 2013

sette cadaveriLa collana I Gialli del Corriere della Sera è in edicola. A partire da sabato 9 Febbraio, e per tutti i sabati successivi fino al 22 giugno, in allegato al Corriere della Sera saranno disponibili 20 gialli davvero imperdibili per chi ama il giallo classico ad enigma, prettamente deduttivo, di provenienza anglosassone, tipico dell’età dell’oro. La particolarità di questa collezione, che farà la felicità di tutti gli appassionati e anche, perché no, di coloro che si avvicinano per la prima volta al genere, è che accanto a nomi come Mary Roberts Rinehart, autrice di La scala a chiocciola, o John Dickson Carr, autore di Occhiali neri, o James Hadley Chase con il suo cult Niente orchidee per Miss Blandish, di cui ho da poco recensito il seguito, Il sangue dell’orchidea, per I Mastini della Polillo, il Corriere della Sera ha selezionato anche autori per lo più sconosciuti al grande pubblico, ma altrettanto di valore, come Vera Caspary, autrice del bellissimo Laura, da cui Otto Preminger trasse Vertigine, o Earl Derr Biggers, autore di Charlie Chan e la casa senza chiavi, in cui appare per la prima volta il personaggio di Charlie Chan, di cui Peter Sellers si divertì, divertendo, a farne la parodia, o come Elizabeth Day con il suo Morte al telefono, finora inedito in Italia. Nomi come George Bellairs, J. J. Connington, David Frome, forse difficilmente saranno associabili ai loro personaggi, ma almeno a  me, per lo più conoscitrice di hardboiled, hanno suscitato una viva curiosità. Inoltre grande cura è stata dedicata alla qualità delle traduzioni e tutti i volumi sono in brossura con alette, piacevoli anche da collezionare nella propria libreria. Il primo volume La casa dei sette cadaveri (Seven Dead, 1939) dell’inglese Jefferson Farjeon, tradotto da Dario Pratesi, sarà venduto al prezzo lancio di 1 euro + il prezzo del Corriere. Dal secondo in poi, il costo sarà di 6,90 euro + il prezzo del Corriere. E’ comunque già possibile prenotare l’intera collezione al prezzo di 129 Euro o comprare in seguito i singoli libri a questo link: http://bit.ly/GialliDelCorriereDellaSera.