Il principe e la sarta di Jen Wang (Bao Publishing, 2019) a cura di Elena Romanello

by

unnamedTutti conoscono le storie di principi azzurri, e forse hanno anche un po’ stufato, alla lunga, visto che sono sempre uguali e vagamente sessiste. Per questo motivo non si può non accogliere con curiosità e gioia la graphic novel controcorrente Il principe e la sarta, capace di andare oltre a stereotipi e luoghi comuni in una maniera insolita e fresca.
In una Belle Epoque fuori dal tempo il principe del Belgio Sebastian non ama la vita che altri hanno scelto per lui, promessa sposa compresa: lui ha altri sogni, tipo diventare uno stilista di abiti bellissimi femminili, che per primo vuole indossare. Per questo motivo assume Frances, una giovane sarta, perché realizzi per lui questi modelli, che vuole indossare in gran segreto e in occasioni non ufficiali, anche perché lo scandalo sarebbe troppo forte.
Una fiaba insolita, realizzata con uno stile tra manga e fumetto occidentale, che tratta con ironia e leggerezza ma non con superficialità e banalità le tematiche cosiddette gender, che tanto scalpore continuano a suscitare negli ambienti più retrivi e che non capiscono la loro vera portata e il loro vero significato.
Sebastian stravolge ogni regola sui principi ed è davvero simpatico, Frances sembra uscita da un romanzo di formazione ottocentesco ma rivela un piglio da eroina moderna: entrambi raccontano come non debbano esistere stereotipi, ruoli vietati, luoghi comuni e come ognuno/a debba essere libero di costruire una propria identità, da cui dipende la propria felicità.
Un fumetto per tutte le età: dallo stile di disegno potrebbe sembrare per i più giovani, a cui comunque è anche rivolto, ma alla fine ci sono spunti su cui riflettere per tutti e tutte, sia se si conoscono da tempo i fumetti in cui si sono trattate queste tematiche, sia per chi è nuovo sia nel giro del fumetto che in quello di capire come sia importante accettarsi perché gli altri ti accettino.
Il principe e la sarta è una fiaba sulla diversità, sulla bellezza di scoprire nuove strade, sul come si può vivere davvero felici e contenti, partendo da se stessi, con cui ci si diverte e ci si commuove.

Provenienza: omaggio dell’Ufficio stampa che ringraziamo.

Jen Wang è una sceneggiatrice, fumettista e illustratrice di origini asiatiche naturalizzata americana. È conosciuta principalmente per essere co-fondatrice e organizzatrice del festival di fumetti di Los Angeles “Comic Arts LA”. Tra i suoi lavori, i disegni per Adventure Time e i suoi graphic novel Koko Be Good, In Real Life e Il principe e la sarta, pubblicato in Italia da BAO Publishing.

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: