:: È lecito spiegare in una recensione il finale di un film o di un libro?

Cari lettori oggi propongo un sondaggio in questo brumoso weekend haimè ancora senza pioggia, perlomeno qui a Torino. Molte chiavi di ricerca portano al mio blog con frasi come: “spiegazione del finale del romanzo…” “come finisce il romanzo…” “finale di…” Per cui mi chiedo: è lecito in una recensione spiegare dettagliatamente il finale di un romanzo o di un film o è una cosa da non fare mai?

A voi la risposta!

Tag:

17 Risposte to “:: È lecito spiegare in una recensione il finale di un film o di un libro?”

  1. Ale e Ale Says:

    Mai mai mai! Altrimenti non lo leggo/vedo più!
    Ps domani danno pioggia qui a Torino..vedremo!

  2. LettriceAssorta Says:

    Concordo. Io il finale non lo svelo mai. 😙

  3. illettorecurioso Says:

    Non riesco a votare perché il mio cellulare da problemi, ma comunque direi: MAI!!
    Se leggo una recensione è perché sono indecisa se acquistare un libro. Se conoscessi già il finale perderei il piacere della lettura e non lo acquisterei

  4. Giulia Says:

    Io distinguerei tra recensione (si suppone scritta per invitare i lettori a leggere o non leggere un libro e in questo caso sempre si suppone che il lettore voglia scoprire da solo il piacere del finale) e analisi del testo (per lo più scritta per gente che il testo già l’ha letto e lo conosce bene) in cui l’analisi del finale ha un valore non marginale. Ma appunto bisogna specificarlo, il lettore non si può trovare spoiler improvvisi che sicuramente verrebbero presi male. Quindi propendo per segnalare sempre visibilmente se ci sono spoiler sulla trama o sul finale. Nel caso la dicitura spoiler non ci sia, un lettore può andare così come dire tranquillo. Ma sono davvero tante le chiavi di ricerca che mettono proprio spiegazione finale… o addirittura chi è l’assassino? Ho visto l’altro giorno un sito in cui gli spoiler di una recensione sono oscurati e per vederli si passa su il cursore. Come si faccia non lo so, ma ha un senso.

  5. Nino Says:

    No mai. Nel mio piccolo, quando scrivo di un libro o di un film, mi limito ad esprimere un giudizio generale evitando qualsiasi accenno alla trama e soprattutto al finale. Non si fa. Ma se lo si fa (perchè c’è chi lo fa) che almeno lo si scriva a lettere cubitali, così uno che non vuol sapere non procede nella lettura

  6. horanoctis Says:

    Io spesso provo a cercare su internet la spiegazione dei finali di film o libri, quando non mi sono stati chiari o di immediata comprensione. Cerco la spiegazione dei finali anche per poter confrontare la mia “versione” con quelli di altri, che magari l’hanno meglio compresa o che conoscono dei dettagli chiarificatori. Altrettanto spesso, invece, finisco per trovare mari e mari di recensioni o pareri, che sì, possono essere utili a monte, quando si è in procinto di vedere o leggere un’opera e ci si vuole fare un’idea sommaria, ma che alla fine risultano in parte inutili se si sta cercando di approfondire le vere intenzioni dell’opera.
    Io credo che si possa parlare dei finali, chiarendolo da subito, così da non fare spoiler.

  7. Giulia Says:

    Grazie Adele di aver espresso il tuo parere piuttosto diverso dai precedenti. A me è capitato coi finali dei film, caso eclatante “Inception”, ed ho trovato davvero poche spiegazioni esaustive, che chiarissero davvero i mei dubbi. Anche io penso che la correttezza premi, innanzitutto mettere il messaggio “spoiler” in un punto in cui il lettore sappia che continuando la lettura potrebbe trovare punti nodali della trama o il finale. Presto farò un esperimento, un post di soli finali, vediamo cosa succede 🙂 (scherzo, ma non tanto).

    • horanoctis Says:

      Beh non sarebbe una cattiva idea. Sì, l’esempio che hai fatto tu è forse uno dei più lampanti, ma in generale, non si può parlare davvero bene e con completezza di un’opera se non si parla anche del finale, o se non si possono analizzare le scene più importanti. Tanto, una volta messo l’allarme spoiler, sta al lettore decidere se continuare o fermarsi. 🙂

      • Giulia Says:

        Sì c’è in genere una guerra aperta contro gli spoiler con scene di disperazione specie se si anticipano punti nodali di telefilm esteri, io non sarei così eccessiva, ma appunto bisogna avvisare, non imporre spoiler a chi non li gradisce. Se si agisce correttamente, allora sono felici tutti.

        • horanoctis Says:

          Io non credo che si possa imporre uno spoiler. Semplicemente presenterei l’opera in una prima parte e avviserei dello spoiler nella seconda, quella in cui affronto le tematiche dell’opera in modo più dettagliato. Non ci vedo nulla di scorretto, anzi, io seguo molti youtuber che parlano di cinema e che prima della parte con spoiler, lo annunciano e chi vuole prosegue, chi no chiude il video. Certo magari su telefilm di interesse mondiale, seguito massivamente, e con grandi schiere di fan, non farei spoiler anche perché si rischierebbe il linciaggio eheh, ma su film, libri o telefilm conclusi da tempo sì.

  8. pdebicke Says:

    Se è un giallo o un thriller mai. invece per un saggio o una biografia storica altro si può, sesi vuole tranquillamente anticipare qualcosa

  9. Giulia Says:

    Come recensore sul blog fino ad oggi ho la regola di non spiegare mai il finale nelle recensioni. Solo se analizzo il testo come qua con il disclaimer spoiler bene in vista https://liberidiscrivere.com/2011/12/20/di-il-terzo-uomo-di-graham-greene/

  10. Deborah Peloso Says:

    Assolutamente no. Lo scopo di una recensione in genere è invogliare il pubblico a leggere tale libro/guardare tale film, quindi svelare il finale è contraddittorio con lo scopo. Una recensione ben fatta è sempre quella che dà meno informazioni possibili, a mio avviso 🙂

  11. Giulia Says:

    Sono contenta che il discorso si animi, e ci siano anche pareri divergenti. Per esempio io ritengo che una recensione non sia un testo atto alla promozione di un libro, ovvero un testo pubblicitario. Può sia invogliare a leggere un libro che il suo contrario. Naturalmente ciò dipende dai gusti del recensore e da quelli dell’eventuale lettore. In un’ analisi del testo con appositi disclaimer ben visibili, invece credo sia lecito, il lettore è avvertito e consapevole e può decidere se continuare la lettura. La critica di solito analizza testi letterari che il lettore già conosce e di cui gradisce conoscere approfondimenti e significati anche nascosti. Ma qui si apre un dibattito. Siete d’accordo con me?

  12. Sara Fabian Says:

    Si può parlare se il finale sia piaciuto o meno ma non descriverlo apertamente. Altrimenti non diventa più recensione ma raccontare la storia. :O

  13. chiacchierazioni Says:

    Assolutamente mai rivelare il finale! Complimenti per il tuo blog!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: