:: Piove cenere, Luciano Modica, (Todaro editore 2015), a cura di Viviana Filippini

P

Clicca sulla cover per l’acquisto

Piove cenere è il giallo di Luciano Modica pubblicato da Todaro Editore. La scena narrativa prende vita a Catania, dove il pm Biondi e il commissario Miceli devono risolvere l’ennesimo caso di omicidio che ha ferito la città. La vittima è Orazio Rapisarda, un giovane studente di venticinque anni, trovato morto poco distante da casa. Indagando nella vita del ragazzo, le forze dell’ordine scopriranno che Rapisarda era un militante di estrema destra e, proprio per questa ragione, i sospetti sui presunti colpevoli si concentreranno da subito attorno ai centri sociali della sinistra antagonista. Gli investigatori sembrano aver imboccato la via giusta per incastrare il colpevole ma, in breve tempo, questa pista iniziale lascerà spazio ad una realtà molto più inquietante nella quale la mafia, l’imprenditoria e la politica dimostreranno di andare di pari passo. Il giallo di Luciano Modica è un romanzo corale nel quale si possono individuare da subito coloro che lottano per la giustizia e quelli che, sotto sotto, agiscono in modo costantane e continuo per farla fallire. Il magistrato Biondi con la figlia Silvia, il commissario Miceli, la dottoressa Mignemi faranno il possibile per scovare i colpevoli, mettendo assieme dati, indizi, interrogatori e tutto quello che possa essere utile per la risoluzione del caso. A loro si opporranno, in modo più o meno evidente, coloro che da subito si impongono come antagonisti. Ci saranno il Serpente, un mafiosetto che sta cercando di farsi strada nella delinquenza locale. Accanto a lui Francesco Sanfilippo Rubini, un picchiatore violento, figlio di Ignazio Sanfilippo Rubini, detto il Duca, ex senatore con intrighi di potere vari a Roma e con alcune – una in particolare una- delle potenti famiglie mafiose locali. Accanto a queste figure spunteranno un pentito e l’innocua, almeno all’apparenza, Giulia, figlia del Duca, ricercatrice universitaria, fidanzata per interessi familiari con Salvo Ribera, adorato dal Sanfilippo senior e in grande ascesa nelle file della destra politica. Il mondo creato da Modica è un universo retto dal perfetto equilibrio tra potere politico e delinquenza. L’atmosfera è caratterizzata da una cappa di cupezza e di pesantezza resa ancora più concreta dalla costante presenza della cenere del vulcano Etna che ammanta, nasconde e copre tutto. Questo sistema di corruzione per avere guadagni facili che caratterizza Piove Cenere di Modica, sembra essere intoccabile ma, a spiazzare tutti (personaggi del libro e i lettori stessi) sarà la ribellione di una delle voci protagoniste che, stanca dei soprusi e di sottostare alle regole della delinquenza gratuita, compirà un gesto impensabile che guasterà la macchina della corruzione.

Luciano Modica nasce a Siracusa nel 1967. Accantonato il diploma di pianoforte si laurea in Economia e diventa amministratore giudiziario di aziende confiscate  a Cosa Nostra dalla magistratura. Dada sempre tra le città di Catania e Siracusa, dilapida i suoi guadagni per comprare libri. Mara non gioca a dadi è il suo primo romanzo uscito nel 2011.

Source: inviato al recensore dall’editore.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: