:: La ragazza del treno, Paula Hawkins (Piemme, 2015) a cura di Elena Romanello

816OrDkrFqL

Clicca sulla cover per l’acquisto

Rachel, sola dopo un matrimonio fallito, fa una vita decisamente grigia, in cui uno dei momenti forse più vari e vivaci è quando prende il treno dai sobborghi di Londra dove vive per recarsi a lavorare o meglio, spesso a cercare nuove opportunità di lavoro. L’umanità che vede dal finestrino la appassiona, soprattutto una coppia decisamente benestante alle cui vicende assiste perché regolarmente vicino alla loro bellissima casa c’è sempre un semaforo che regolarmente ferma il treno. Ma una di quelle tante mattine tutti uguali per Rachel lei vede qualcosa di insolito su quella veranda, scoprendo poco dopo che quella donna perfetta e invidiabile è misteriosamente scomparsa. Un qualcosa che sconvolgerà la sua vita.
Il thriller è un genere sempreverde, in letteratura, cinema, televisione, ma è un genere su cui è sempre più difficile costruire qualcosa di nuovo e innovativo. Stavolta non ci sono poliziotti, agenti federali e simili, ma un’eroina per caso, una protagonista tanto simile ai tanti, troppi vinti della vita reale, una donna che passa in un posto per caso, tutti i giorni, costruendo e immaginandosi una sua realtà, spiando suo malgrado la vita di altri senza pensare che un giorno potrà travolgere la sua.
La ragazza del treno racconta un intreccio thriller con tensione crescente, partendo dalla normalità della vita di tanti (il libro è dedicato ai pendolari di Londra, categoria sociale fondamentale non solo nel Regno Unito) per svelare i misteri nascosti dietro facciate insospettabili, secondo una tradizione di thriller particolarmente amata in questi ultimi anni. Una storia di coinvolgimento in vicende più grandi di se stessi, in un intreccio complesso che solo alla fine si scioglie e in maniera non comunque scontata, che dimostra come mai questo libro non sia immeritatamente uno dei casi letterari dell’anno.
In fondo, Rachel potrebbe essere molti dei suoi lettori e lettrici, in fondo a tanti e tante è venuto da pensare a che vite fanno le persone che vediamo dal o sul treno, in autobus, nella vetrina di un negozio, di passaggio per strada.
Leggendo questo romanzo che diventerà presto un film vengono in mente due pellicole su un tema simile, pur con le dovute differenze: da un lato Le vite degli altri, Oscar 2006, la storia di un agente della Stasi che spia per lavoro gli altri non riuscendo più a vivere la sua esistenza, dall’altro il celeberrimo thriller di Alfred Hitchcock La finestra sul cortile, in cui un reporter, interpretato da James Stewart, immobilizzato per un incidente, osservava i vicini di casa scoprendo un delitto e altri segreti partendo dalla normalità.
La ragazza del treno parla delle vite di oggi, della curiosità umana, dell’immaginare chissà cosa su chi non si conosce, di segreti, misteri e drammi che ovunque si nascondono, anche dove uno pensa meno.

Paula Hawkins ha lavorato quindici anni come giornalista prima di dedicarsi alla scrittura. La ragazza del treno è il suo primo thriller. Venduto agli editori di tutto il mondo prima ancora dell’uscita, è stato opzionato da Dreamworks.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag: , , ,

Una Risposta to “:: La ragazza del treno, Paula Hawkins (Piemme, 2015) a cura di Elena Romanello”

  1. :: La ragazza del treno, Paula Hawkins (Piemme, 2015) a cura di Elena Romanello | Liberi di scrivere « Elena Romanello sito ufficiale Says:

    […] Sorgente: :: La ragazza del treno, Paula Hawkins (Piemme, 2015) a cura di Elena Romanello | Liberi di scrivere […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: