:: L’amica pericolosa, Paula Daly (Longanesi, 2015), a cura di Micol Borzatta

Clicca sulla cover per l’acquisto

Inghilterra. Cumbria. Natasha Wainwright, detta Natty, vive felice con il marito, Sean, e le due figlie, Felicity e Alice. Proprietaria con il marito di un albergo ritiene che la sua vita sia perfetta, ma non si accorge che invece il suo rapporto si sta deteriorando a causa delle sue disattenzioni.
Un giorno Natty riceve una chiamata dalla sua migliore amica, Eve Dalladay che conosce dai tempi dell’università, che le chiede se può fermarsi qualche tempo da loro per riprendersi dalla separazione dal marito. Natty ovviamente accetta, le fa piacere avere l’amica a casa proprio ora che Alice è impegnata con gli esami e Felicity a Parigi in gita con la scuola.
Durante la visita di Eve però Natty deve correre a Parigi perché Felicity è stata operata d’urgenza a causa di una peritonite, così deve lasciare Eve da sola con la figlia maggiore e il marito.
Al ritorno dalla Francia con la figlia, Natty scopre che il marito l’ha lasciata per Eve. Natty è sconvolta e agendo di puro istinto, un giorno che trova Eve fuori dal supermercato, le distrugge la macchina andandole addosso ripetutamente con la propria.
Eve approfitta della cosa per mettere in cattiva luce totalmente Natty, dando così il via a una guerra psicologica, guerra che ha in palio la famiglia di Natty.
Un romanzo che nonostante abbia un inizio leggermente lento sa come conquistare il lettore subito dopo poche pagine.
Usando un’alternanza tra narrazione in prima persona, quando si tratta di Natty, e narrazione in terza persona, in tutti gli altri capitoli, la Daly riesce a descrivere nei minimi particolari il dolore provato da Natty, talmente profondamente che il lettore lo percepisce come proprio, anche se non ha mai provato una situazione simile, in questo modo si crea un legame empatico che desta nel lettore la voglia di scoprire qualsiasi cosa riguardante Eve per aiutare Natty a distruggerla. A questo proposito i capitoli narrati in terza persona forniscono molte informazioni e indizi curiosi che creano sempre più domande nel lettore, alle quali potrà rispondere solo alla fine, quando tutti i pezzi del puzzle andranno al loro posto.
Finale a cui non manca il colpo di scena, scritto in modo che pur avendo una fine ben definita viene lasciata in sospeso come se fosse sottointesa, dando così la possibilità al lettore di scegliere un finale alternativo.
Un romanzo coinvolgente, appassionante e travolgente da leggere tutto d’un fiato. Traduzione di Annamaria Biavasco e Valentina Guani.

Paula Daly vive in Cumbria, la contea del Regno Unito, teatro dei fatti del romanzo, che ospita il Lake District National Park. Sposata e madre di tre figli, per un periodo ha vissuto in Francia ed è poi tornata definitivamente in Inghilterra. Il suo romanzo d’esordio, Da quando sei scomparsa, è uscito presso Longanesi nel 2014.

Source: ebook inviato dall’editore, ringraziamo Cinzia e Tommaso dell’ufficio stampa Longanesi.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: