:: Un’ intervista con Richard Godwin

by

indexBentornato, Richard, su Liberi di Scrivere e grazie per aver accettato la mia nuova intervista. “Paranoia And The Destiny Programme” è il tuo nuovo romanzo, pubblicato in Inghilterra con Black Jackal Books, e ancora inedito in Italia. Si tratta di un romanzo distopico sul totalitarismo, sulle orme del 1984 di Orwell?

Grazie Giulia, è bello essere tornato. Sì, può essere considerato sulle orme del romanzo politico seminale 1984 di Orwell, in quanto trattano entrambi il totalitarismo. Penso che possa avere parallelismi anche con Il processo di Kafka, dal momento che esplora l’oggettivazione dell’individuo in una struttura di potere autoritario. Ma è proprio un romanzo, uno sguardo ravvicinato sull’ era della sorveglianza in cui viviamo.

I ragazzi venuti dal Brasile è un famoso film thriller diretto da Franklin J. Schaffner, su un ipotetico piano nazista per clonare il DNA di Hitler, condotto dal dottor Josef Mengele. Nel suo libro c’è una storia simile. Vuoi parlarcene? I piani nazisti sono stati di ispirazione?

La differenza tra Paranoia And The Destiny Programme e I ragazzi venuti dal Brasile è che quest’ultimo esamina il nazismo, mentre in Paranoia la struttura totalitaria è più indefinita. Dale Helix, il protagonista, crede di essere stato rapito da un oscuro gruppo di governanti chiamato L’Assemblea, crede che lo stiano progammando per uccidere. Egli sostiene di essere parte di un programma volto a creare un nuovo genere. Può essere paranoico, certo, o può dire la verità. L’idea del romanzo è quella di analizzare i legami tra serial killer e dittatori in un futuro regime totalitario in cui cerchino di creare il dittatore perfetto, possibile da controllare. Sarebbe un nuovo volto dell’autoritarismo, governato da un gruppo di governanti, una eminenza grigia. Ci sono paralleli con le moderne strutture politiche qui. Sono interessato alle connessioni genetiche e psicologiche tra serial killer e dittatori. Penso che un serial killer può essere un politico fallito o il dittatore un serial killer politicamente di successo, che trova altri che uccidano per lui.

La paranoia è un altro tema presente nel tuo libro. Rivela la malattia mentale presente nella nostra società? Era questo l’obiettivo del tuo romanzo?

Sì, lo era, l’origine greca del termine paranoia significa accanto alla mente. Dale Helix è combattuto, credo che molte persone oggi siano frammentati tra i programmi di sorveglianza e il sovraccarico di informazioni. Leggendo il romanzo non è certo se sia tutto frutto dell’immaginazione di Dale Helix o no, dal momento che nessuno gli crede e crede che tutti vivano in una utopia. Verso la fine del romanzo il lettore avrà un’ idea più chiara sul fatto che Dale Helix sia realmente utilizzato come parte del programma, o meno.

C’è mai stato un dittatore donna? In passato, come nel presente, le donne preferiscono governare in modo indiretto. Sei d’accordo? Se Hillay Clinton diventasse il prossimo presidente degli Stati Uniti, che tipo di accoglienza avrebbe, secondo te?

Sollevi una questione interessante. Boudica, Caterina la Grande, tra le altre. Penso che ce ne siano state meno a causa del predominio storico di strutture di potere patriarcali, ma credo che ce ne saranno ancora. Credo che la natura della dittatura femminile differisca poco da quella maschile, dato che non è orientata per genere, ma penso che sia determinata dalle azioni. Mi piacerebbe vedere più romanzi con dittatori femminili. Non me ne viene in mente uno. Se la società è strutturata attorno a un programma di potere, non riesco a pensare ad un modello sociale in cui non sia presente un dittatore donna, in una società basata sulla parità di genere vedremmo sicuramente la nascita di dittatori femminili. La mancanza di dittatori femminili potrebbe essere la prova di una mancanza di parità di genere, quella che sovverte la menzogna utopica circolante di un’avvenuta uguaglianza. Nel mio romanzo il programma è la creazione di un nuovo genere. Immaginate un genere nella società con una serie di esigenze. Quanto è facile controllare chi è al potere? Penso che Hilary Clinton riceverà un accoglienza molto ambivalente. Mi sono fatto una domanda quando Obama rappresentava le forze di opposizione e tra Obama e Hillary Clinton ci si chiedeva se fossero stati più pesantemente condizionati dal razzismo o dalla misoginia. Penso che potrebbe essere il prossimo candidato per un un omicidio dal momento che la sua semplice presenza alla Casa Bianca verrebbe considerata un affronto a vari fattori che puntellano una diminuzione di scelta all’interno di una macchina politica sempre più mediatica, tesa alla manipolazione di una costituzione di per sè solida e praticabile.

Il Gruppo Bilderberg è simile alla tua Assemblea? Il tuo libro prende spunto dalla realtà?

E’ simile al gruppo? Sì e no, poiché l’ Assemblea opera sì nell’ombra ma è indefinita e solo Dale Helix sa della sua esistenza. Il Gruppo Bilderberg è stato definito ‘un governo ombra mondiale,’ dai teorici della cospirazione (The Telegraph, Matthew Holehouse, 6 giugno 2013) ma è abbastanza conosciuto. Dale Helix invece conosce poco l’Assemblea. Non mi baso su eventuali organizzazioni note o reali, ma è un paradigma di ciò che potrebbe accadere.

Parlaci un po’ della stesura del libro. Qual è stata la parte più complicata durante la scrittura?

Una volta che ho avuto l’idea è stata abbastanza facile da scrivere. Ho avuto chiara la voce di Dale Helix e ho raccontato la sua storia.

Verrà presto tradotto in Italia?

Sì, lo spero.

Verrai in Italia a presentare i tuoi romanzi?

Mi piacerebbe venire in Italia per parlare dei miei romanzi. Io adoro il vostro paese, e ho già pubblicato due romanzi lì, Apostolo con Edizioni Lite, e Confessoni di un Sicario con MeMe. Ho anche pubblicato varie storie, come L’Ora Segreta e Il Confini del Desiderio con Edizioni Lite, e MeMe sta traducendo quest’anno in italiano il mio secondo romanzo Mr. Glamour. Qualsiasi scusa è buona per andare in Italia.

Infine, la domanda inevitabile: a cosa stai lavorando in questo momento?

Un altro mio romanzo verrà pubblicato entro la fine dell’anno da Down And Books, Wrong Crowd, su un ladro d’arte che si innamora di una bella e misteriosa donna e viene coinvolto con la Mafia Russa da un ‘villain’ del East End che esce dal suo passato. Attualmente sto lavorando a una lunga crime novel commerciale. Il mio agente sta discutendo con alcune grandi case editrici, e sto cercando di mettermi a scrivere altri due romanzi, un romanzo di fantascienza e un romanzo noir.

:: Revisione traduzione italiano – inglese a cura di Davide Mana

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: