I duellanti di Joseph Conrad a cura di Elena Romanello (El Doctor Sax, 2018)

by

41DFK1uvzkL._SX311_BO1,204,203,200_Il film che fece conoscere al pubblico internazionale Ridley Scott nel 1977 fu I duellanti, tratto dal racconto lungo Il duello di Joseph Conrad, storia di due ufficiali napoleonici che passano anni a inseguirsi e a scontrarsi per uno sgarbo mai digerito.
Se si è amato il film, dalla ricostruzione e fotografia impeccabili e con le grandi interpretazioni di Keith Carradine e Harvey Keitel, è senz’altro interessante leggere il racconto o romanzo breve che l’ha ispirato, pare basato su un fatto realmente accaduto durante le guerre di inizio Ottocento.
I duellanti libro, con un titolo che riprende quello del film, torna in una nuova edizione proposta da El Doctor Sax, realtà che propone titoli in italiano e in spagnolo, andando a recuperare classici assenti da troppo tempo, come questo, incentrato sul tema del doppio e dello specchio deformato in cui si vede l’altro e dello scontro implacabile tra dovere e ragione, tra sentimento e valori, tra rigidità e modernità.
I due ufficiali Feraud e D’Hubert passano la vita a contrastarsi e confrontarsi, per un fatto avvenuto nella loro gioventù che li ha segnati entambi: il primo è un guerriero appassionato e impetuoso, reincarnazione di antichi valori mai sopiti e rinnegati, in un mondo in cui tutto sta cambiando e stanno emergendo nuovi sistemi di valori non più legati a eroismi feudali. D’Hubert invece è più prudente e misurato, forse più in linea con i tempi nuovi in cui si trova a vivere. Con due visioni del mondo e del valore così diverse è inevitabile una rivalità che dura, mentre le campagne napoleoniche cambiano l’assetto sociale e istituzionale in un modo da cui non si potrà più tornare indietro, malgrado la Restaurazione.
Joseph Conrad racconta la storia di due uomini  che si odiano e si perseguitano per tutta l’Europa, caricando questo antagonismo di rancore, invidia, paura, ma allo stesso tempo di onore, lealtà e sentimenti irrazionali, rendendoli emblematici di un momento storico molto particolare ma anche di tutta una condizione umana che spesso trova nell’odio, nel trovare un nemico, nel volere a tutti i costi rivalità e partigianerie, una ragione di vita assoluta.
Un classico attuale e da scoprire o riscoprire, tra le opere più interessanti di un autore che raccontò il mondo dell’Ottocento, ormai avviato alla globalizzazione e al confronto con altri mondi e culture.
La traduzione di questa nuova edizione è di Cristina Vitagliano, che cura anche un’interessante postfazione per approfondire i temi di una storia che non lascia indifferenti, anche autrice di fiabe e romanzi dark come Dark Fantasy Il cuore quantistico.

Provenienza: omaggio dell’editore, che ringraziamo.

Joseph Conrad nacque il 3 dicembre 1857 a Berdichev, in Polonia (ora Ucraina). Figlio di un nobile patriota, esiliato dai russi per motivi politici il giovane Conrad, a 16 anni, lasciò la Polonia e si stabilì a Marsiglia. Per quattro anni si imbarcó su navi mercantili francesi e partecipò come soldato alle guerre carliste in Spagna. Ottenne la cittadinanza britannica nel 1886 e cambiò il suo nome. Nel 1902 si imbarcò per il Congo e l’esperienza di quegli anni costituì la base per The Heart of Darkness, il suo romanzo più famoso ed enigmatico. Autore di 13 romanzi, 2 memorie e 28 racconti brevi, tutti caratterizzati da uno stile denso, lirico e inquietante, Joseph Conrad morí d’infarto il 3 agosto 1924 a Canterbury, in Inghilterra.

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: