:: The Quick – Misteri, vampiri e sale da té, Lauren Owen, (Fazi, 2017), a cura di Elena Romanello

a

Clicca sulla cover per l’acquisto

Fazi editore propone nella sua linea “adulta” una storia di vampiri molto diversa da quelle per ragazzine introdotte da Twilight, in cui si recupera l’ambientazione vittoriana, con un chiaro omaggio alla letteratura gotica dell’Ottocento, una fonte di ispirazione inesauribile ancora oggi.
The Quick, romanzo d’esordio dell’autrice Lauren Owen acclamato da giornali, critici e colleghi illustri, racconta la storia di due orfani, fratello e sorella, James e Charlotte, nell’Inghilterra di fine Ottocento. Cresciuti nella dimora di famiglia in campagna ormai in decadenza, una volta adulti vedono le loro vite dividersi come era tradizione tra uomini e donne all’epoca.
James aspira a diventare scrittore e una volta terminati gli studi ad Oxford si trasferisce a Londra dove prende un appartamento in affitto con un affascinante giovane aristocratico. Per un periodo vive in maniera molto intensa e stimolante, trovando anche l’amore dove non si sarebbe mai aspettato, ma poi scompare senza lasciare traccia.
Charlotte, preoccupata, parte per Londra e si immerge in una città tetra e industriale, ricca di problemi sociali e di misteri inquietanti, ben diversa da quella che aveva trovato James. Indagando per lo più da sola, la ragazza scopre l’esistenza di un mondo segreto, popolato da loschi figuri che vivono ai margini della società e che non sono quello che sembrano, ma qualcosa di molto peggiore e inquietanti. Charlotte riesce ad entrare in una delle istituzioni più autorevoli e temibili della Gran Bretagna, l’Ægolius club, all’apparenza luogo di ritrovo degli uomini più ambiziosi del Paese, circolo esclusivo come tanti all’epoca e non solo, ma in realtà con una serie di segreti dietro, uno più terrificante dell’altro, che minacceranno Charlotte in un crescendo di colpi di scena.
Si torna alle origini ottocentesche del mito del vampiro, oltre a rendere omaggio ad un’icona per antonomasia dell’immaginario, la città di Londra con tutto il suo carico di misteri, segreti, fascino e perdizione, in una storia scritta oggi omaggiando i classici di Charles Dickens e Wilkie Collins senza plagiare ma costruendo una vicenda che appassiona portando nel mondo in cui è nato il modo di narrare storie oggi.
The quick è un romanzo singolo, anche se si chiude in una maniera che potrebbe portare a un possibile seguito ma non è difficile augurare all’autrice una buona carriera, sperando che continui a portarci in questa Londra perfetta per storie paranormali e gotiche, dove da oltre un secolo non ci si stanca di andare.

Lauren Owen è nata nel 1985. Ha studiato all’Università di Oxford e all’Università dell’East Anglia, dove nel 2009 ha ricevuto il Curtis Brown Prize per la miglior tesi di dottorato in Scrittura creativa. The Quick è il suo primo romanzo.

Source: acquisto personale del recensore.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag:

2 Risposte to “:: The Quick – Misteri, vampiri e sale da té, Lauren Owen, (Fazi, 2017), a cura di Elena Romanello”

  1. :: The Quick – Misteri, vampiri e sale da té, Lauren Owen, (Fazi, 2017), a cura di Elena Romanello | Liberi di scrivere « Elena Romanello sito ufficiale Says:

    […] Sorgente: :: The Quick – Misteri, vampiri e sale da té, Lauren Owen, (Fazi, 2017), a cura di Elena Romanell… […]

  2. Sara Fabian Says:

    L’ambientazione perfetta ma l’entusiasmo iniziale è andato via via a scemare, purtroppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: