:: Quaderni giapponesi, Igort (Fandango Coconino Press, 2015), a cura di Elena Romanello

2

Clicca sulla cover per l’acquisto

Da quarant’anni, cioè da quando arrivarono in Italia i primi anime, il Giappone è visto da molti come un paradiso per i fumetti e per chi si occupa di letteratura disegnata. Questo non è sempre vero, soprattutto per chi è straniero (si tratta di un mercato molto chiuso e molto nazionale, a differenza per esempio delle case editrici di comics negli Stati Uniti), ma qualcuno che ci riesce, anche solo per un periodo c’è, come Igort, autore poliedrico e internazionale.
In Quaderni giapponesi Igort racconta il suo viaggio e la sua permanenza nel Paese del Sol levante, l’impero dei manga ma molto altro ancora, presentando un viaggio alla scoperta della cultura e dell’anima giapponese, che non è legata solo a manga ed anime, anche se questi sono fondamentali per capire la società giapponese di oggi.
Quaderni giapponesi, più un libro illustrato che una graphic novel, è nato su Facebook partendo dai post di Igort, appunti di diario con scritti e immagini, poi rielaborati e portati su carta a raccontare un viaggio in un Paese che è diviso tra modernità e attaccamento ad un passato spesso mitico, tradizioni e voglia di innovazione estrema.
Igort affronta tutti gli aspetti di una cultura complessa, dall’industria dei manga ed anime che ha il suo grosso bacino di lavoro e di fruizione proprio in Giappone, alla cultura anche tradizionale, dalla filosofia zen al senso di bellezza ai tanti modi di vivere di un luogo dove metropoli caotiche si affiancano a luoghi sperduti rimasti intatti da millenni.
Il rapporto tra Igort e il Giappone del resto risale a oltre vent’anni fa, quando all’inizio degli anni Novanta Igort fu il primo disegnatore italiano e occidentrale chiamato a collaborare con le riviste giapponesi. In totale, l’autore da allora ha compiuto oltre venti viaggi a Tokyo, in cui ha registrato anche cambiamenti del mercato e sociali, raccontando incontri e collaborazioni con i grandi mangaka, registi, musicisti, scrittori, dal colosso Kodansha a Hayao Miyazaki, da Ryuichi Sakamoto a Kitano.
Una storia per immagini affascinante e ricca di contrasti, che apre uno sguardo a tutto tondo su un mondo, da consigliare alle varie generazioni di appassionati di manga ed anime per capire come un occidentale può rapportarsi al mondo giapponese, ma anche a chi sa poco dell’immaginario del Paese del Sol levante, per capire come mai ha affascinato e continua ad affascinare i giovani dagli anni Settanta ad oggi.

Igort, vero nome Igor Tuveri, classe 1958, inizia la sua carriera di fumettista a fine anni Settanta, iniziando a collaborare con riviste italiane e straniere come Linus, Frigidaire, Metal Hurlant. A partire dagli anni Novanta inizia a lavorare per la casa editrice Kodansha, primo occidentale ad entrare nel tempio dei manga. Nel 2000 fonda la Coconino Press, che lascerà nel 2017; in parallelo si trasferisce a Parigi, e si dividerà molto tra la capitale francese e Tokyo, passando in Italia in molte occasioni e facendo altri viaggi. Tra le sue opere ricordiamo Goodbye Baobab, Yuri, Brillo Croniche di Fafifurnia, Storyteller, Quaderni ucraini, Quaderni russi, My generation, Gli assalti alle panetterie.

Provenienza: inviato dall’editore al recensore, si ringrazia l’ufficio stampa Fandango Coconino Press.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag:

Una Risposta to “:: Quaderni giapponesi, Igort (Fandango Coconino Press, 2015), a cura di Elena Romanello”

  1. :: Quaderni giapponesi, Igort (Fandango Coconino Press, 2015), a cura di Elena Romanello | Liberi di scrivere « Elena Romanello sito ufficiale Says:

    […] Sorgente: :: Quaderni giapponesi, Igort (Fandango Coconino Press, 2015), a cura di Elena Romanello | Liberi di… […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: