:: Lea Garofalo. Una madre contro la ‘ndrangheta, Ilaria Ferramosca, Chiara Abastanotti (BeccoGiallo, 2016), a cura di Elena Romanello

sd

Clicca sulla cover per l’acquisto

Dopo aver raccontato con il mezzo delle graphic novel varie storie di donne di oggi, stavolta Becco Giallo si occupa di Lea Garofalo, una delle tante, troppe vittime della mafia, ma la cui vicenda ha scosso l’opinione pubblica più di altre, per l’efferratezza dell’omicidio, non solo un femminicidio, e per la vita blindata ma non protetta a sufficienza che la donna ha dovuto vivere per anni.
Lea Garofalo una madre contro la ‘ndragheta racconta la vicenda umana di questa eroina suo malgrado moderna, cresciuta in una famiglia vicina alla criminalità e sposata con un pregiudicato, che ad un certo punto decide di lasciare il marito e il mondo violento che lo circonda, per garantire un futuro alla figlia. Diventata testimone di giustizia, Lea si rifugia sotto protezione in varie città con la sua bambina che man mano cresce, ma purtroppo la sua fuga si interrompe a Milano nel 2009 quando viene assassinata per ordine dell’ex marito. La figlia Denise vive sotto scorta ma studia e ha intrapreso una strada diversa da quella della sua famiglia, i suoi assassini sono stati condannati a lunghe pene detentive grazie anche alla testimonianza della ragazza.
La storia di Lea Garofalo e del suo coraggio, nato dal volere una vita diversa per sé stessa e sua figlia, rivive in una serie di vignette a carboncino, che raccontano i momenti chiave di un peregrinare e di una presa di coscienza, fino alla tragica conclusione. Una tragedia moderna, forse evitabile, che racconta ancora una volta la ferocia di una mentalità ma anche il desiderio di riscatto che può e deve essere sostenuto presso chi si vuole sottrarre alla spirale di violenza, ma che resterà comunque per sempre in pericolo.
La graphic novel è corredata da alcuni redazionali che raccontano la storia dal punto di vista della cronaca, da una bibliografia e sitografia e da una postfazione di Daniela Marcone, chiudendosi poi su alcune parole dette da Denise sulla sua voglia di avere una vita diversa in onore del sacrificio di sua madre.
Un’opera interessante per tutti, ma da consigliare in particolare nelle scuole, dove una graphic novel può essere più efficace di qualsiasi romanzo o saggio scritto per parlare dei problemi dell’oggi, mafie in testa.

Ilaria Ferramosca pugliese, laureata in giurisprudenza, ha ideato una striscia a fumetti pubblicata da Treccani come inserto della Grammatica e ha sceneggiato graphic novel per BeccoGiallo, Tunué, 001 edizioni e Edizioni Voilier. Nel campo della narrativa è stata tra i dieci finalisti del premio Alberto Tedeschi de Il Giallo Mondadori ed è stata segnalata alla XXV edizione del Premio Calvino. Insegna sceneggiatura presso le sedi di Grafite, polo pugliese sulla grafica e sul fumetto.

Chiara Abastanotti, classe 1984, è diplomata in fumetto alla Scuola internazionale di Comics di Firenze e ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Bologna. Ha pubblicato per Liberedizioni Il colore della pioggia Piazza Loggia storie ai margini di una strage e ha illustrato per BeccoGiallo La Shoah spiegata ai bambini. Collabora con il sito Graphic News e vive tra Brescia e Bologna.

Source: omaggio dell’editore al recensore, si ringrazia l’ufficio stampa di BeccoGiallo.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag:

Una Risposta to “:: Lea Garofalo. Una madre contro la ‘ndrangheta, Ilaria Ferramosca, Chiara Abastanotti (BeccoGiallo, 2016), a cura di Elena Romanello”

  1. :: Lea Garofalo. Una madre contro la ‘ndrangheta, Ilaria Ferramosca, Chiara Abastanotti (BeccoGiallo, 2016), a cura di Elena Romanello | Liberi di scrivere « Elena Romanello sito ufficiale Says:

    […] Sorgente: :: Lea Garofalo. Una madre contro la ‘ndrangheta, Ilaria Ferramosca, Chiara Abastanotti (BeccoGial… […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: