:: La ricetta segreta per un sogno, Valentina Cebeni (Garzanti Libri, 2016) a cura di Elena Romanello

Ca

Clicca sulla cover per l’acquisto

Elettra è cresciuta con una madre panettiera capace di creare meraviglie nel suo lavoro, tra pani e dolci, ma lei non ha mai condiviso questa sua passione, preferendo fare altro e dovendo in parte rinunciare alle sue aspirazioni per un debito misterioso in denaro che la madre ha con qualcuno che abita lontano. Quando la madre si ammala gravemente, Elettra parte verso l’Isola di Titano, nel Mediterraneo, dove sono le sue origini, per scoprire una vera storia mai raccontata, legata a fatti avvenuti decenni prima, una grande amicizia rovinata da un altrettanto grande amore. Una storia anche di disperazione e tragica, ma da cui Elettra prenderà spunto per dare un nuovo inizio alla sua vita.
Il tema della ricerca delle proprie origini non è una novità, anche se può essere sempre efficace, in questa sorta di eterno presente in cui ricercare il passato spesso viene visto solo come un atteggiamento nostalgico e conservatore, un atteggiamento sbagliato ma predominante.
La storia ha, soprattutto nella prima parte, alcune discrepanze ed è a tratti troppo macchinosa e poco realistica: non convince fino in fondo il perché Elettra ha rinunciato a frequentare la scuola di giornalismo, né tantomeno come mai parta mentre la madre gravemente malata è in ospedale e senza lei un lavoro fisso per stare per un periodo indeterminato in un posto che non conosce, dove è difficile arrivarci e dove non si capisce come riesca a mantenersi, visto che la sua permanenza di protrae per mesi.
Quello che colpisce nel romanzo è però, più che la vicenda, la grande protagonista neanche tanto nascosta, l’Isola di Titano, un luogo antico e fuori del tempo, che riecheggia la Sardegna, ma anche le Eolie e l’Elba, che raccoglie storie, drammi, misteri, fatti remoti capaci di influenzare il presente, tra una tragedia del mare e un convento in cui si erano intrecciati vari destini al femminile.
Per cui la trama diventa a tratti secondaria di fronte alla forza evocatrice di un’isola inventata su basi reali, che si scopre attraverso gli occhi di Elettra, e non solo come simbolo della ricerca delle proprie origini, perché Titano comunque fa sognare e dovrebbe poter esistere, da qualche parte oltre alle pagine del libro.

Valentina Cebeni vive a Roma dal 1985, anno della sua nascita, ma ha il mare della Sardegna dei suoi nonni nel cuore. Appassionata di storie sin dall’infanzia, ha un grande amore per la cucina, nato proprio per riscoprire i legami con le radici della sua famiglia.

Source: libro inviato dall’ editore, ringraziamo Bianca dell’Ufficio Stampa Garzanti.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: