:: La somma delle nostre follie, Shih-Li Kow (Metropoli d’Asia, 2014) a cura di Viviana Filippini

La-somma-verticale

Clicca sulla cover per l’acquisto

Lubak Sayong è un mondo a tratti surreale, posizionato nella penisola di Perak, in Malesia. In esso si mescolano vite e personaggi diversi, come sono differenti le storie protagoniste narrate nel romanzo La somma delle nostre follie della scrittrice Shih-Li Kow, edito in Italia da Metropoli d’Asia. L’universo umano raccontato dalla Kow è un misto di realtà e stramberie, perché i diversi personaggi si trovano catapultati in situazioni e ambienti che hanno sì tratti reali ma, spesso, le condizioni nelle quali i vari protagonisti si trovano sembrano essere fuori dalla norma. Tra le diverse voci compaiono quella di Auyong, un ex direttore di supermercato che accetta il trasferimento a Kuala Lumpur per fare il dirigente di un’azienda che produce litchi in scatola. Accanto a lui ci sono altri comprimari bizzarri come Mami Beevi, una donna anziana che ha perso tutto (compreso il suo enorme pesce preferito) a causa di una tremenda alluvione, e questo non le ha impedito di trasferirsi in una nuova casa – enorme- che trasformerà in una sorta di albergo per turisti. Nelle loro vite, in modo inaspettato, arriverà Mary Anne, un’adolescente miracolosamente scampata ad un tremendo incidente, nel quale hanno perso la vita la sorellastra di Beevi e il marito. La ragazzina era appena stata adottata dalla coppia che l’aveva prelevata dalla Casa per Fanciulle St. Mary, un orfanotrofio dove tutte le ragazzine ospitate hanno nel nome Mary. A dirigerlo suor Tan, una religiosa molto truccata e con abiti appariscenti. Per quanto riguarda l’originalità non sono da meno i tipi umani dell’espansivo transessuale Miss Boonsidik che lavora per Mami Beevi;oppure c’è Ismet, un interessante mastro vasaio; e che dire degli assurdi turisti stranieri giunti in Malesia alla ricerca di forti emozioni. Poi ci sono misteriosi ed enormi pesci assassini che non si fermano davanti a niente e nessuno, fagocitando tutto quello che trovano sulla loro strada. Questo gruppo di esseri viventi si ritrova a Perak, la località sviluppatasi in un avvallamento chiuso tra un fiume e una montagna, e qui si intrecciano, tassello dopo tassello, situazioni e rapporti umani dove l’iniziale diffidenza lascerà il posto a sentimenti e a nuovi legami affettivi. Il mondo descritto dalla Kow è composto da un’umanità messa a dura prova dal destino e dagli strani imprevisti della vita, ma ogni uomo e donna presenti ha un’innata energia interiore che li aiuterà a trovare la forza per essere combattivi. In queste pagine i diversi personaggi si incontrano e le loro esistenze sono un divenire in formazione, nel senso che tutte le relazioni presenti porteranno a dei cambiamenti nelle vite di Auyong, Mami Beevi, Mary Anne e di tutti gli altri comprimari della narrazione. Ogni vita continuerà a svilupparsi in modo stravagante, ma nonostante questo senso di follia imperante, ognuno dei protagonisti riuscirà, a volte in modo rocambolesco, a trovare il proprio equilibrio esistenziale. La somma delle nostre follie è un romanzo ironico, avvincete, curioso con situazioni inaspettate che ci mostrano le diverse sfumature, come quelle di un arcobaleno, che la vita può assumere. Traduzione Monica Martignoni.

Shih-Li Kow è nata a Kuala Lumpur nel 1968. È considerata uno dei nuovi talenti della letteratura malese. La sua raccolta di racconti Ripples and Other Stories (2008) è stata candidata a prestigiosi premi: il Commonwealth Writers’ Prize (nella categoria “Opera prima”) e il Frank O’ Connor Short Story Award. Attualmente vive a Kuala Lumpur. La somma delle nostre follie è il suo romanzo d’esordio.

Source: libro inviato al recensore dall’editore.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: