:: Festival e Premio Rodari

by

unnamedIl 23 ottobre si terranno a Omegna, città natale di Gianni Rodari, il Festival di Letteratura per Ragazzi e il Premio Rodari. Iniziative che mi sembra simpatico segnalare per il mio debito di riconoscenza verso Rodari. Se da piccolina ho imparato ad amare i libri è un po’ merito suo e quindi ecco parte del comunicato stampa che ho ricevuto:

I sogni dei bambini non finiscono mai. Il 23 ottobre 2015 prende il via la seconda edizione del Festival di Letteratura per ragazzi Città di Omegna, all’interno del quale, sabato 7 novembre verranno premiati i vincitori del Premio Rodari 2015, un premio che assegna il prestigioso riconoscimento ad autori e illustratori che con la loro arte proseguono nel segno di Gianni Rodari l’opera di incantare con storie fantastiche e poetiche.

Per questa edizione, per le sezioni albi-illustrati e fiabe e filastrocche, la giuria del Premio, presieduta da Pino Boero e composta da Maria Teresa Ferretti Rodari, Walter Fochesato, Anna Lavatelli e Alessandro Buzio, ha selezionato i due vincitori e assegnato anche tre menzioni speciali.
Mentre per la sezione teatro, una giuria, composta da ottanta ragazzi delle scuole cittadine, ha assegnato il Premio alla Compagnia Teatrale Il Dottor Bostik di Torino.

Con il titolo “H2rOdari – i racconti si trovano… nuotando sott’acqua” Gianni Rodari torna a casa.
Durante la kermesse sarà possibile anche visitare una mostra che raccoglie una grande quantità di scritti originali; tra le opere presenti, inedita al grande pubblico, c’è la poesia che Rodari scrisse al suo maestro in terza elementare, primo segno del suo futuro talento.

Giovanni Francesco Rodari, in arte Gianni Rodari, nasce il 23 ottobre 1920 a Omegna, sul Lago d’Orta.
Nel 1937 si diploma maestro, poi si iscrive all’Università Cattolica di Milano che lascia dopo pochi esami.
Durante la guerra milita nella resistenza lombarda e dopo il 1945 inizia la carriera giornalistica, scrivendo per il giornale ciclostilato Cinque punte, dirigendo poi L’Ordine Nuovo e approdando in seguito alla redazione milanese de L’Unità dove diventa responsabile della rubrica La domenica dei piccoli.
Collabora con Paese Sera, con la BBC e con la Rai, come autore della fortunata trasmissione per bambini Giocagiò. Nel 1968 accetta l’offerta di Giulio Einaudi a collaborare con la sua casa editrice e nel 1970 vince il premio Hans Christian Andersen, primo scrittore italiano a riceverlo. Nel 1973 pubblicò il saggio La grammatica della fantasia, considerato ancora testo formativo per insegnanti ed educatori per ragazzi. Si spegne a Roma il 14 aprile del 1980. La sua opera ha inaugurato una nuova stagione per la letteratura italiana per l’infanzia mutandone profondamente il segno e aprendo una nuova epoca.

Info e social:
cultura@comune.omegna.vb.it
http://www.comune.omegna.vb.it
https://www.facebook.com/festivalrodari
https://instagram.com/explore/tags/premiorodari/

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: