:: Qualcosa che assomiglia al vero amore, Cristina Petit, (Tre60, 2015) a cura di Viviana Filippini

Qu

Clicca sulla cover per l’acquisto

Esiste un qualcosa che assomiglia al vero amore? Cercherà di scoprirlo Clementine, la psicologa e psicoterapeuta, protagonista dell’omonimo e primo romanzo di Cristina Petit. La ragazza vive a Parigi nell’appartamento che ha ereditato dalla nonna. La sua vita è allegra e spensierata grazie anche agli strambi vicini di casa, capitanati dal piccolo Remy, che le fanno compagnia e la aiutano ad ambientarsi in questo nuovo mondo. Clementine ha una casa piena di libri, compreso quello scritto da suo padre su Camus, perché la ragazza, attraverso sedute di libro terapia, cerca di aiutare i suoi piccoli pazienti, a volte anche i loro inconsci genitori, a superare i traumi che ostacolano il corso della vita di ogni giorno. Il mondo di Clementine sembra una sorta di fiaba che a tratti mi ha ricordato il film Il favoloso mondo di Amélie, per le situazioni surreali nelle quali la protagonista si trova coinvolta. Un esempio concreto? Uno dei passatempi preferiti della famiglia del piccolo Remy è quello di scegliere nomi dalla guida telefonica e fantasticare sulla persone selezionate creando vite e avventure immaginarie. Clementine all’inizio rimane perplessa, ma quando la coinvolgeranno nel divertente gioco, anche lei non saprà resistere e lascerà libera la sua immaginazione di lavorare in modo completo. A Parigi, mentre Clementine sta costruendo la sua nuova esistenza cercando di lasciarsi alle spalle i dolori d’infanzia e fidanzati incapaci di comprendere il suo amore per i libri, c’è uno scrittore, un certo Albert, che ha appena pubblicato un libro. L’autore in erba ha scritto il suo primo romanzo dopo aver incrociato una ragazza – Clementine – per la quale è scattato il colpo di fulmine. Lui non la conosce, non è riuscito a chiederle il nome, non sa come trovarla nella labirintica Parigi, ma è innamorato di lei. L’unica cosa che Albert ha potuto fare per mantenerne vivo il ricordo è stato scrivere una storia nella quale la misteriosa ragazza è la principale protagonista. Il libro di Albert viene pubblicato e il suo successo è grandioso. Tutti a Parigi, e non solo, lo leggono e rimangono affascinati dalla trama avvincente e ricca di emozioni. Pure Clementine leggerà la storia, ne rimarrà entusiasta e ma senza capire bene il perché, anche se sente una strana affinità con lo sconosciuto autore e con la storia scritta. Il romanzo della Petit è coinvolgente perché tra le sue pagine i piani della vita della protagonista e quelli del libro scritto da Albert si mescolano in un piacevole labirinto emotivo, nel quale il sentimento dell’amore e il bisogno di tranquillità animano tutti i personaggi presenti nella trama narrativa. Una vicenda simpatica, curiosa, avvincente, in equilibrio tra fantasia e realtà, dove si spera che siano i buoni sentimenti a trionfare.  I lettori del libro di Cristina Petit – noi, tanto per intenderci- vengono trascinati dentro ad un storia, quella di Clementine, ma allo stesso tempo quando la ragazza si immerge nel romanzo di Albert, chi legge si trova catapultato in quella vicenda. Qualcosa che assomiglia al vero amore di Cristina Petit è un vero esempio di libro nel libro dove, oltre ai sentimenti, ciò che ha il potere di unire le persone sono i libri.

Cristina Petit è nata e cresciuta a Bologna, dove ha conseguito la laurea in Lingue e letterature straniere e dove insegna in una scuola primaria. Sposata, ha tre bambini che le hanno spalancato orizzonti nuovi e inimmaginabili. Questo è il suo primo romanzo.

Source: libro inviato dall’editore, ringraziamo Elena dell’Ufficio Stampa Tre60.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: