:: Recensione di Alfred e Emily di Doris Lessing (Feltrinelli, 2010) a cura di Michela Bortoletto

by

dorisA chi non è mai capitato di mettersi lì a sognare di aver avuto una vita diversa da quella reale alzi la mano! Per tutti arriva un momento in cui ci si chiede come sarebbero andate le cose se avessimo fatto altre scelte, o se fossimo nati un Paese diverso o addirittura in un’altra epoca. È vero, la storia non si fa con i “se”, ma a volte è bello poter immaginare un diverso corso della nostra vita.
Molti scrittori hanno fatto dei risultati di questi “esercizi” di fantasia dei capolavori! Doris Lessing ha creato un’operazione simile: ha reinventato completamente le vite dei suoi genitori!
Il premio Nobel per la letteratura del 2007 narra qui le vicende di Alfred e Emily due giovani che crescono in un’ Europa che non sarà sconvolta dalle due Guerre Mondiali. Alfred quindi non dovrà partire per il fronte, come è accaduto nella sua vera vita, dal quale tornerà irrimediabilmente invalido, e avrà così la possibilità di diventare un giovane agricoltore, sposare una ragazza del luogo e crescere due splendidi ragazzoni. Emily invece diventerà infermiera (come nella realtà) ma, dopo esser rimasta vedova di un ricco medico, aprirà delle scuole per i bambini poveri. L’Europa vive in pace, le pulsioni belliche dei giovani si riversano in imprese coloniali, e l’economia va alla grande: sembra un paradiso perfetto! Sembra, perché anche le vite inventate di Alfred e Emily hanno visto gioie e dolori, ostacoli e difficoltà, delusioni e successi. Doris Lessing non ci propina una bella favoletta, ma riscrive le vite dei suoi genitori in maniera assolutamente credibile: se non ci fossero state le due guerre mondiali probabilmente le loro due vite sarebbero davvero andate così!
La realtà però è stata ben diversa: la Grande Guerra ha sconvolto le vite di migliaia di giovani inglesi che nel dopoguerra si sono visti quasi costretti a emigrare in Africa per cercare di avere un futuro migliore. Pieni di speranze e aspettative, anche i veri Alfred e Emily si sono imbarcati per il Sudafrica dove hanno cercato in tutti i modi di ricostruirsi una vita.
In Alfred e Emily  Doris Lessing racconta entrambe le versioni della vita dei genitori: quella inventata e quella reale. In quella inventata l’autrice cerca dunque di ridare ai propri cari quella serenità, quel successo e quella rivalsa che probabilmente agli Alfred e Emily reali sono sempre mancati.
“ Se potessi incontrare Alfred Tayler e Emily McVeagh ora, come li ho reinventati qui, come avrebbero potuto essere se la guerra non fosse mai scoppiata, spero sarebbero soddisfatti  delle vite che ho riscritto per loro.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: