:: Recensione de Il predicatore di Camilla Läckberg

vI bravi bambini dovrebbero sempre ubbidire ai genitori, ma a sei anni è difficile non subire il richiamo dell’avventura e una luminosa mattina d’estate diventa l’occasione imperdibile per addentrarsi in un territorio proibito, la Gola del Re, armati di elmo da cavaliere e spada di legno. Certo se i tuoi genitori ti dicono di non fare una cosa non lo fanno per capriccio, ma perché può essere pericoloso così quando il piccolo cavaliere della Tavola Rotonda in cerca di draghi si trova davanti al corpo senza vita di una donna nuda capisce in pochissimi secondi che difficilmente disubbidirà ancora ai suoi genitori.
Così inizia Il predicatore con il rinvenimento del cadavere di una donna. Richiamato d’urgenza in servizio Patrik Hedström, futuro padre e compagno di Erica Falck, vede con un certo sollievo andare in fumo le sue ferie e quando si reca sul luogo del ritrovamento ad attenderlo c’è una sconcertate sorpresa: oltre al cadavere ci sono delle ossa e due teschi, con tutta probabilità i resti di due scheletri appartenenti a due donne date per disperse vent’anni prima.
Siv Lantin e Mona Thernblad, due ragazze quasi ventenni, svanite nel nulla nell’estate del 1979. All’epoca l’unico indiziato risultò essere Johannes Hult, denunciato dal suo stesso fratello Gabriel Hult che riferì di aver visto Johannes con Siv Lantin la notte in cui lei sparì. Se uno denuncia il proprio fratello come sospetto di un omicidio non può che esserci una valida ragione e niente di meglio che una faida di famiglia può giustificare tanto odio e tanto rancore.
Senza prove comunque Johannes fu rilasciato per finire suicida poco tempo dopo. Patrik Hedström non ha niente di meglio che questa labile traccia che lo porterà ad indagare con pazienza negli antri oscuri della famiglia Hult erede di Ephraim Hult famoso predicatore non conformista e proprietario della tenuta più fiorente della zona, con molti scheletri nell’armadio, perdonatemi la battuta.
Se pensate che sia facile far emergere la verità dalle sabbie mobili degli intrighi familiari non avete idea di quanto Camilla Läckberg sia capace di complicare le cose tessendo una trama degna del più ostico dramma shakespeariano.
Ma Patrik Hedström ha un asso nella manica sua moglie e non c’è nulla di più determinato e caparbio di una futura madre.
Non anticipandovi molto di più vi dirò che il finale merita tutto il tempo impiegato a cercare di capire cosa stia succedendo. Non ve ne pentirete. Dopo l’enorme successo editoriale di La principessa di ghiaccio che ha messo d’accordo pubblico e critica e in un certo senso ha consacrato Camilla Läckberg come una sorta di regina del giallo scandinavo la casa editrice Marsilio ha tradotto e pubblicato a grande richiesta il secondo romanzo della serie che ha per protagonisti la scrittrice Erica Falck e il suo compagno poliziotto Patrik Hedström ed in patria è giunta già al settimo episodio.
Noi di Liberidiscrivere avevamo avuto modo di leggere e recensire lo scorso anno e facendo un debito paragone se devo essere sincera questo secondo episodio Il predicatore mi è piaciuto indubbiamente di più. Sempre ambientato sulla costa occidentale svedese nel pittoresco villaggio di Fjallbäcka, più che un nome uno scioglilingua, Il predicatore ha il pregio piuttosto raro di unire alla classica indagine poliziesca un’ approfondita e personale analisi della società svedese contemporanea senza apparire troppo didascalica o prolissa anzi mettendo in luce aspetti poco noti come il dissimulato provincialismo, il perbenismo ottuso e conformista, i legami familiari oppressivi che schiacciano l’individualità, l’ ipocrisia, la falsità imperante, il diffuso fanatismo religioso stridente con l’apparente razionalità di una società moderna e laica che ha fatto ottenere alla Svezia lo status di una delle più civili ed evolute democrazie del mondo.
Traduzione di Laura Cangemi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: