:: Cosa pensate degli ebook?

Giorni fa avevo proposto questo tema di riflessione. Non avendo visto commenti ho pensato che non interessasse e così ho cancellato il post. Ho ricevuto invece messaggi di lettori che per mancanza di tempo non erano riusciti a commentare ed erano dispiaciuti che fosse sparito. Ripropongo perciò il dibattito: Amate gli ebook? La pirateria ne segnerà la fine? Preferite il buon vecchio libro cartaceo? Aspetto i vostri commenti.

6 Risposte to “:: Cosa pensate degli ebook?”

  1. mukele Says:

    Sono da anni favorevole agli ebook, ma mi sa che in Italia il problema non sia in quale formato si legge, ma proprio la disabitudine e il perfetto disinteresse verso la lettura.

    • liberdiscrivere Says:

      Pubblicare anche buoni libri aiuterebbe. A volte se i inzi un libro scadente ho notato se è cartaceo lo continui comunque se è un ebook no. Interrompi la lettura e lasci perdere. L’ebook aiuterà a pubblicare solo testi di qualità?

      • mukele Says:

        Speriamo. C’è da sottolineare comunque l’enorme arretratezza informatica italiana. In più la patente refrattarietà delle case editrici che temono di perdere quel ruolo di divinità che possedevano fino a che non esisteva il self publishing concesso dall’ebook.

  2. Gianni Allevi Says:

    L’ho già segnalato : Il volumetto “Protezione Articolare ” del prof Guido Rovetta ha distribuito circa 500 copie, ma dopo essere stato proposto anche in e book, circa 12000 copie CARTACEE

  3. Cristiana Formetta (@_Xtiana_) Says:

    Personalmente se il libro è scadente io lo abbandono, non importa se è fatto di carta oppure se ce l’ho in epub. Da un anno possiedo un ebook reader con tecnologia eink e posso affermare che oggi leggo molto più di prima, avendo la possibilità di acquistare molti libri usciti per case editrici indipendenti (difficilmente reperibili nei megastore di catena) e venduti online a prezzo stracciato. Credo che il punto non sia se l’ebook segnerà o meno la fine del libro cartaceo, ma se l’ebook consentirà alle piccole e valide case editrici di sopravvivere alla crisi editoriale abbattendo i costi di distribuzione e stampa. A questo proposito, perché non favorire la diffusione dell’ebook abbattendo anche i costi dell’iva che per il digitale è ancora al 21% mentre per i libri di carta è solo al 4%?

  4. Francesco Says:

    Provo a dire la mia, da lettore di questo blog. Io sono da sempre per il libro cartaceo, anche se riconosco i non pochi vantaggi legati al formato e-book, specialmente in termini di spazio. Penso che Giulia abbia ragione. Anche a me è capitato di lasciar perdere un testo in ebook alla prima pagina noiosa, ma non sempre la cosa è positiva. Spesso mi sono ricreduto totalmente durante la lettura di un libro, anche dopo alcuni passaggi davvero rompiscatole. Sono d’accodo anche con Cristiana, riguardo all’iva e il possibile superamento della crisi dell’editoria. Il problema è che l’ebook stimola fortemente la pirateria, che potrebbe danneggiare ancora di più le case editrici. Devo dire che il confronto su questo tema, comunque, aiuta a rivedere il proprio punto di vista. Ha fatto bene Giulia a riproporre il post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: